Milik eroe di Napoli: Dinamo Kiev battuta 2-1

Sotto di un gol per effetto della girata vincente di Garmash, il Napoli rimonta grazie a due reti del centravanti polacco e vincono per 2-1, iniziando nel migliore dei modi l’avventura nei gironi di Champions League. Ucraini in 10 dal 68′ per l’espulsione di Sydorchuk.

FORMAZIONI:
Maurizio Sarri si affida sempre al 4-3-3. Reina in porta, difesa formata dal quartetto Hysaj-Albiol-Koulibaly-Ghoulam. A centrocampo il trio di interni è composto da Allan, Hamsik e Jorginho. In avanti il tridente formato da Callejon, Milik e Mertens.

La compagine ucraina risponde con lo stesso modulo: in avanti con Moraes e la stella Yarmolenko c’è Tsygankov. A centrocampo Rybalka, Garmash e Sydorchuk. In difesa, con l’esperto Shovkovskiy in porta, ci sono Antunes e Makarenko sulle fasce, Khacheridi e Vida al centro.

CRONACA:
La Dinamo parte molto forte aggredendo alta i portatori di palla del Napoli. Pochi secondi dopo il via arriva così già la prima occasione per gli ucraini: Albiol perde malamente palla e Sydorchuk prende la mira da poco oltre la metà campo. Reina è fuori dai pali ma con un colpo di reni riesce a smanacciare il pallone in corner.
La replica dei partenopei arriva al 14′: buon pallone per Hamsik sulla destra dell’area, ma il tentativo di girata dello slovacco è deviato in calcio d’angolo dalla difesa. Gli ucraini però continuano a spingere e pressare: al 18′ Rybalka calcia da fuori area con il destro e trova la ribattuta della difesa azzurra, guadagnandosi un calcio d’angolo. Al 27′ però la squadra di Sarri paga a caro prezzo una disattenzione difensiva: Tzygankov ha spazio sulla sinistra dell’area per fare da sponda di testa, Garmash sfugge al controllo di Albiol e con una bella girata batte Reina insaccando sul palo più lontano. Pochi minuti dopo esser passato in svantaggio, il Napoli trova la forza di reagire. E al 36′ impatta il risultato. Ghoulam fugge sulla sinistra ed effettua un bel cross a centro area: Shovkovskij esce male, mentre Milik salta più alto di Vida e con un colpo di testa in sospensione insacca di precisione, trovando l’1-1. Dopo il goal i partenopei trovano più confidenza, e al 43′ vanno vicini al raddoppio: Mertens fugge via palla al piede in velocità sulla sinistra dell’area avversaria, ma poi sbaglia il tiro a giro sul secondo palo, calciando sul fondo. Il finale della prima frazione è tutto di marca partenopea. E gli azzurri riescono a ribaltare il risultato pochi secondi prima del fischio dell’arbitro.

In pieno recupero, al 47′, Callejòn crossa bene in area: Mertens colpisce di testa, il pallone è ben indirizzato e scavalca Shovkovskij, ma Makarenko salva di testa sulla riga. La palla giunge però dalle parti di Milik, che sempre di testa colpisce bene il pallone e lo deposita in fondo al sacco per il 2-1 azzurro. Nella ripresa il Napoli gestisce bene il vantaggio e limita al minimo i rischi difensivi. Sono anzi i partenopei ad andare vicini al 3° goal al 63′: Mertens entra in area di gran carriera sulla sinistra e lascia partire un gran tiro che si stampa sul palo più lontano a Shovkovskij battuto. Nel momento di maggior difficoltà la Dinamo commette anche una grossa ingenuità, agevolendo il compito ai partenopei. Sydorchuk, già ammonito nel primo tempo per un fallo di gioco, commette simulazione evidente nell’area avversaria. L’arbitro Collum se ne accorge e non perdona, estraendo il secondo giallo e poi il rosso. Milik potrebbe firmare anche la tripletta, ma manca di poco l’aggancio in area davanti a Shovkovskij su verticalizzazione improvvisa. In inferiorità numerica la Dinamo ci mette il cuore, ma il Napoli è sempre ordinato e pur con un po’ di sofferenza nel finale, forse anche legata a un calo fisico, riesce a portare a casa una preziosa vittoria nella gara d’esordio del gruppo B.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter