A Milano la Supercoppa di A1.

Si è giocata nel Week End la Supercoppa italiana di basket, con la solita formula delle 4 squadre.
Al Forum di Assago, si sono affrontate sabato Avellino contro Reggio Emilia e Milano contro Cremona.

Avellino-Reggio Emilia finisce 74-72 per Avellino, con un finale punto a punto che premia la squadra di Sacripanti. Reggio è una squadra nuova, i ritiri di Kaukenas e Lavrinovic hanno lasciato il segno, anche se gli italiani terribili, capitanati da Aradori non mollano mai. Ad Avellino però si trova un gran giocatore: Joe Ragland, che regala la vittoria con il canestro allo scadere. Avellino così approda alla finale della domenica.

Avellino: Cusin 4, Ragland 18, Leunen 9, Thomas 15, Obasohan 10; Randolph 16, Green 2, Zerini 0, Severini 0. N.e.: Parlato, Strumia, Fesenko. All.: Sacripanti.
Reggio Emilia: De Nicolao 7, Aradori 13, Polonara 18, Cervi 8, Gentile 2; Della Valle 14, James 4, Lesic 3, Needham 3, Bonacini 0. N.e.: Vigori. All.: Menetti.

Milano-Cremona finisce 109-87, la squadra di Repesa, grazie ad un monumentale Simon, va in finale ad affrontare Avellino. Cremona, nonostante un gran Turner, non può nulla contro lo strapotere fisico e tecnico di Milano.

Milano: Gentile 8, Kalnietis 4, Raduljica 6, Pascolo 10, Simon 18; McLean 8, Hickman 15, Dragic 13, Cinciarini 7, Sanders 17, Abass 0, Cerella 3. All.: Repesa.
Cremona: Biligha 7, Turner 18, O. Thomas 8, T. Thomas 5, Holloway 6; Amato 3, Mian 14, Wojciechowski 5, York 9. All.: Pancotto.

Domenica finalmente la finalissima, che vede Milano contrapporsi ad Avellino. Milano batte Avellino 90-72, e finalmente, dopo 2 anni di sconfitte porta a casa il primo trofeo stagionale. La squadra di Repesa ringrazia l’MVP del torneo Simon grazie ai suoi 25 punti. Partita mai in discussione, Milano squadra che si può permettere di avere sesto uomo Hickman. Unico neo per Milano è Gentile, che sembra non essere felice e forse incavolato per la scelta di dare la fascia di capitano a Cinciarini. Milano parte forte in questa stagione, anche se in Italia non dovrebbe avere rivali.

Milano: Dragic 11, Macvan 5, Pascolo 6, Cinciarini 6, Simon 25; McLean 5, Fontecchio 2, Gentile 2, Hikcman 15, Kalnietis 4, Sanders 9, Cerella 0. All.: Repesa.
Avellino: Ragland 18, Leunen 6, Obasohan 12, Fesenko 2, Thomas 10; Zerini 2, Green 9, Cusin 3. N.e.: Sturmia, Severini, Parlato. All.: Sacripanti.

About the Author

Matteo Negri
Matteo Negri nato a Bologna il 17 novembre 1983. Grande appassionato di sport, ma non mi piace praticarlo. Conduttore radiofonico su radio Bologna uno di una trasmissione dal nome Football Drivetime e conduttore di una trasmissione sportiva su YouTube dal nome singolare!