Il Milan vince e convince: 2-1 alla Lazio con il giallo Var

Terza vittoria consecutiva per il Milan che supera anche la Lazio in casa: a segno Parick Cutrone e Giacomo Bonaventura, di Adam Marusic il momentaneo 1-1. Polemiche però per la Lazio per il gol di mano di Cutrone, non ravvisato dal VAR.

FORMAZIONI:

Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Bonucci, Romagnoli, Antonelli; Kessié, Biglia, Bonaventura; Suso, Cutrone, Çalhanoglu. All. Gattuso.

Lazio (3-5-1-1): Strakosha; Bastos, De Vrij, Radu; Marusić, Parolo, Leiva, Milinković-Savić, Lulić; Alberto; Caicedo. All. Inzaghi

CRONACA:
Gennaro Gattuso alla vigilia aveva preannunciato che sarebbe servita “la gara perfetta”, contro una Lazio in stato di grazia che veniva da otto risultati utili consecutivi. Se non è stata cosi, poco ci è mancato. Il Milan si riscopre squadra e mette in campo una prestazione convincente, solida e capace di rendersi pericoloso in qualsiasi momento. La squadra cresce di partita in partita, merito anche della progressiva evoluzione di alcune pedine che nella prima parte di stagione non avevano brillato: Chalanoglu su tutti, che a San Siro davanti a 50 mila spettatori fa ammattire Marusic e la difesa biancoceleste. Biglia e Kessie imbrigliano Milinkovic-Savic, mai realmente pericoloso dinnanzi la retroguardia rossonera, mentre Cutrone conferma quanto il posto in panchina gli stia stretto.  Per oltre un’ora è il Milan a fare la gara, e la Lazio ad attendere. A Cutrone, in cui però c’è da ravvisare l’evidente irregolarità della rete, risponde quasi subito Marusic, prima che Bonaventura fissi il risultato sul 2-1 prima dell’intervallo.

L’assenza di Immobile si fa sentire per Simone Inzaghi, che in Caicedo non trova la soluzione ideale per pungere la difesa del Milan. L’entrata di Felipe Anderson nella ripresa regala vivacità e fluidità alla manovra, dove si registrano le due occasioni principali che i biancocelesti non concretizzano: prima Donnarumma si supera su un colpo di Milinkovic-Savic, poi è lo stesso brasiliano a sbagliare sottoporta il possibile 2-2. Col passare del cronometro i rossoneri abbassano il baricentro a protezione del vantaggio, dove Bonucci e compagni devono sbrogliare qualche situazione rognosa prima del triplice fischio che regala la terza vittoria consecutiva alla squadra di Gattuso, e ferma in contemporanea quella della formazione biancoceleste. Appuntamento a mercoledì per Milan-Lazio di Coppa Italia

About the Author

Federico Pilati
Classe 97'. La scrittura come approccio alla vita, il Milan nelle vene, salame e lambrusco come Mantova comanda. Tutto ciò racchiude un po il mio essere. Di formazione umanistica, ho poi vagabondato qualche anno tra Brasile ed Estonia. Ho collaborato con alcuni giornali locali, e gestisco una pagina social del mondo dello sport.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter