Il Milan ribalta la partita in 3′: 2-1 al Torino

Sotto di un gol in virtù del guizzo di Andrea Belotti nel primo tempo, il Milan ribalta il risultato nella ripresa nel giro di tre minuti con i guizzi diu Juraj Kucka e Giacomo Bonaventura e si regala il quarto di finale con la Juventus.

FORMAZIONI:

Milan (4-3-3): Donnarumma; Abate, Gomez, Paletta, De Sciglio; Kucka, Sosa, Bertolacci; Suso, Lapadula, Bonaventura. All. Montella.

Torino (4-3-3): Hart; De Silvestri, Rossettini, Moretti, Barreca; Benassi, Valdifiori, Baselli; Iturbe, Belotti, Ljajic. All Mihajlovic.

CRONACA:

Occasione dal primo minuto per Iturbe, che scende in campo nel tridente del Torino con Belotti e Ljajic. Benassi, Valdifiori e Baselli a centrocampo. De Silvestri e Barreca i due terzini di Mihajlovic, Rossettini e Moretti a protezione di Hart. Match equilibrato nei primi minuti di gioco, con il Milan propositivo ed il Torino pronto a ribattere colpo su colpo. Buon fraseggio in avanti degli uomini di Mihajlovic, mentre Iturbe spreca qualche buon pallone a ridosso dell’area avversaria. Al 26′ Barreca sbaglia il disimpegno e lascia Bonaventura tutto solo in campo aperto verso la porta granata, ma il numero 23 recupera all’errore con un grande rientro in velocità. Troppo lento in questo caso l’esterno rossonero. Passa appena un minuto di gioco e gli ospiti colpiscono: Iturbe spacca a metà il centrocampo del Milan con una buona accelerazione e serve Benassi, che mette in porta Belotti con un preciso filtrante. Il Gallo fredda Donnarumma con un destro rasoterra di prima e sblocca gli equilibri. Al 35′ Kucka sfiora il goal dell’anno con un impressionante destro al volo da fuori, che finisce di poco a lato alla destra di Hart.

Nella ripresa il Milan aumenta la pressione con una serie di cross dagli esterni: proprio dai piedi di Suso e Bonaventura nascono tutte le offensive rossonere. Al 61′ sale in cattedra lo spagnolo, che semina il panico in mezzo a quattro avversari e conclude rasoterra nell’angolino basso: Hart respinge a lato, ma Bonaventura rimette al centro e Kucka insacca in scivolata. Il Torino sbanda e la squadra di Montella approfitta del momento granata: dopo tre minuti Suso pennella in area per l’inserimento di Bonaventura, che anticipa tutti ed insacca al volo di destro con una perfetta coordinazione. Movimento fotocopia della rete di Doha. Dopo una fase di grande difficoltà, la squadra ospite prova a reagire: Belotti sfugge al fuorigioco e brucia la difesa rossonera, ma Donnarumma respinge il destro potente del centravanti della Nazionale. Grandissimo intervento del classe ’99. Mihajlovic gioca le carte Boye e Maxi Lopez, ma è il Milan ad avere una grandissima opportunità all’83’: uno scatenato Bonaventura approfitta del bruttissimo disimpegno difensivo avversario, salta due giocatori e conclude di sinistro da buona posizione, sparando però alto sulla traversa. All’87’ Barreca entra in ritardo a centrocampo e prende il secondo giallo, lasciando in dieci i suoi. In pieno recupero Lapadula elude il fuorigioco avversario e salta Hart, il numero 9 rossonero conclude a colpo sicuro, ma colpisce incredibilmente Moretti, piazzato sulla linea di porta. Il Diavolo resiste comunque alle offensive granata ed affronterà per la terza volta in stagione i campioni d’Italia della Juventus.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter