Milan, ora è vera crisi: il Torino vince 2-1

Rossoneri ancora sconfitti nonostante un primo tempo brillante, chiuso in vantaggio grazie a un rigore di Piatek: 4 minuti fatali e la doppietta del Gallo fanno volare il Toro. Terza sconfitta per la formazione di Giampaolo, mentre quella di Mazzarri sale al quarto posto

FORMAZIONI:

Torino (3-4-1-2): Sirigu; Izzo, Lyanco, Bremer; De Silvestri, Baselli, Rincon, Aina; Verdi; Belotti, Zaza. All. Mazzarri.

Milan (4-3-1-2): Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Hernandez; Kessié, Bennacer, Calhanoglu; Suso; Piatek, Leao. All. Giampaolo.

CRONACA:

Buona partenza da parte della squadra rossonera, che mostra per venti minuti le migliori cose della stagione con un gioco fluido e veloce. Il Diavolo passa su calcio di rigore per una trattenuta di De Silvestri su Leao: dal dischetto Piatek è ancora impeccabile e sblocca il risultato. I padroni di casa non riescono a reagire e rischiano di subire il raddoppio: prima Sirigu compie un grande intervento sul colpo di testa di Leao, poi Piatek stacca con i tempi giusti senza però trovare l’angolo giusto. Nel finale del primo tempo l’uscita a vuoto di Donnarumma spalanca la porta a Belotti, che in caduta spara però alto.

Nella ripresa si alza il ritmo e si aprono ulteriori spazi: il Torino spinge con più convinzione ma si espone alle ripartenze del Milan, che sfiora il raddoppio ancora con Piatek, poco lucido sotto porta con un rigore in movimento di poco a lato. Capovolgimenti di fronte continui fino al 72′, quando una ripartenza granata porta al pareggio Belotti con un destro secco che sorprende Donnarumma sul primo palo. Al termine dell’azione viene espulso in panchina Reina, che esagera con le proteste per un precedente contatto su Calhanoglu. A questo punto il Milan sparisce dal campo e concede metri al Toro: Donnarumma respinge su Zaza, ma non può nulla sul tap-in in rovesciata di Belotti, che in pochi minuti ribalta il risultato. Nel finale la squadra di Giampaolo ha due grandi occasioni: prima Kessiè spreca a un metro dalla porta, poi Piatek trova uno strepitoso Sirigu sul colpo di testa ravvicinato.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter