Milan esagerato, il Torino é umiliato: 0-7

All’Olimpico Grande Torino finisce con un risultato impressionante a favore dei rossoneri, lanciati da una tripletta di Rebic, da una doppietta di Hernandez e dalle reti di Kessié su rigore e di Diaz. Toro imbarazzante e quasi mai pericoloso. Pioli fa un altro passo verso la qualificazione in Champions League

FORMAZIONI:

Torino (3-5-2): Sirigu; Lyanco, Bremer, Buongiorno; Singo, Baselli, Mandragora, Linetty, Rodriguez; Bonazzoli, Zaza. All. Nicola.

Milan (4-2-3-1): Donnarumma; Calabria, Kjaer, Tomori, Hernandez; Bennacer, Kessié; Castillejo, Diaz, Calahanoglu; Rebic. All. Pioli.

CRONACA:

Milan che dopo la netta vittoria sulla Juventus di tre giorni fa si ripresenta a Torino con lo stesso piglio e la stesa determinazione, mettendo sotto i granata sin dai primi minuti. Il goal arriva al 19′ ed è il naturale sviluppo dell’ottimo avvio dei rossoneri: la firma, d’autore, è quella di Theo Hernandez, che con un mancino dei suoi fulmina Sirigu dal limite dell’area. Alla mezzora il match si mette ulteriormente in discesa per gli ospiti: Castillejo viene atterrato in area di rigore e Guida indica il dischetto. Dagli undici metri si presenta Kessié, che riscatta l’errore contro la Juventus spiazzando Sirigu siglando il 2-0.

Il Milan regala spettacolo quando in possesso palla ed è aggressivo nel pressing. Ed è proprio dalla pressione alta dello stesso Kessié che nasce il tris dei rossoneri, ad inizio ripresa: l’ivoriano anticipa di forza Linetty sulla trequarti e serve un cioccolatino a Brahim Diaz, che a tu per tu con Sirigu non fallisce. Poco dopo, con un rimpallo fortuito, lo spagnolo va vicinissimo al poker, ma il pallone sbatte sull’incrocio dei pali. E’ un monologo milanista, la metà campo del Toro è terra di conquiste per i ragazzi di Pioli che costruiscono al 62′ il poker sull’asse Rebic-Theo Hernandez, con il francese che scavalca Sirigu con un tocco morbido, festeggiando la sua seconda doppietta stagionale dopo quella al Parma nel girone d’andata. E’ una serata perfetta per il Milan e il passivo diventa pesantissimo per il Torino: sul tabellino dei marcatori irrompe il nome di Ante Rebic, che sigla una tripletta in dodici minuti, capitalizzando gli assist perfetti dei neoentrati Krunic e Leao e completando il suo tris personale con un tocco sotto misura col ginocchio.

Per la squadra di Pioli una grande iniezione di fiducia per l’ultimo sprint in chiave Champions, per il Torino una pagina da voltare al più presto perchè sabato c’è lo snodo-salvezza contro lo Spezia.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter