Milan ed Atalanta si annullano: 1-1

Bella partita a San Siro. I rossoneri passano in vantaggio al 14′ con una magia su punizione di Calhanoglu, poi Donnarumma para un rigore a Malinovsky. Prima dell’intervallo é Zapata a firmare la rete dell’1-1 da due passi. Nella ripresa palo di Bonaventura

FORMAZIONI:

Milan (4-2-3-1): Donnarumma; Calabria, Kjaer, Gabbia, Laxalt; Kessié, Biglia; Saelemaekers, Calhanoglu, Rebic; Ibrahimovic. All. Pioli.

Atalanta (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Caldara, Djimsiti; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Gomez, Malinovsky; Zapata. All. Gasperini.

CRONACA:

Vantaggio di Çalhanoglu al 14′ del primo tempo, con una splendida traiettoria estratta dal cilindro direttamente da calcio di punizione, e pareggio di Duvan Zapata una ventina di minuti più tardi dopo un’azione personale di Freuler. In gran forma il trequartista turco, spesso a segno il centravantone colombiano. Sono loro a riempire il tabellino dei marcatori in una partita che, per il resto, ha proposto altro. Molto altro. Sull’1-0 per il Milan, per dire, Malinovskyi si fa respingere un calcio di rigore da Donnarumma, nuovo capitano rossonero in assenza dell’infortunato Romagnoli. Çalhanoglu, già autore dell’1-0, colpisce una traversa lanciato splendidamente da Ibrahimovic.

E nella ripresa l’ex Bonaventura, entrato da pochi minuti, colpisce la base del palo. Anche l’Atalanta ha dalla sua i palloni giusti per pareggiare prima e per completare la rimonta poi. Spesso capitano proprio a Zapata, che almeno in due occasioni sfiora il colpaccio. Ma nel secondo tempo anche Gomez fa venire i brividi a Donnarumma con un destro di prima intenzione che passa a qualche centimetro dal palo.

L’1-1 cambia complessivamente poco in termini di classifica. L’Atalanta è sempre seconda, anche se domani potrebbe essere superata dall’Inter in caso di successo della formazione di Conte in casa del Genoa. Mentre il Milan, già in Europa League, perde la chance di superare momentaneamente la Roma in quinta posizione.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter