Milan dall’inferno al paradiso: da 1-2 a 5-2 col Dudelange

Il Milan di Gattuso va sotto 1-2 con il Dudelange a San Siro ma dopo aver visto l’inferno si riprende fino a portarsi sul definitivo 5-2. Qualificazione rimandata all’ultima giornata, dove il Milan potrà perdere anche con un gol di scarto ad Atene dall’alto dello scontro diretto. Due autogol lussemburghesi a San Siro, poi Patrick Cutrone, Hakan Calhanoglu e Fabio Borini i marcatori

FORMAZIONI:

Milan (4-3-3): Reina; Calabria, Simic, Zapata, Laxalt; Bakayoko, Bertolacci, Halilovic; Calhanoglu, Cutrone, Higuain. All. Gattuso.

Dudelange (3-5-1-1): Bonnefoi; Schnell, Stelvio, Prempeh; Jordanov, Stolz, Kruska, Couturier, Melisse; Sinani; Turpel. All. Toppmoller.

CRONACA:

Partita meno scontata del previsto a San Siro, sbloccata al 21’ con il 4° goal in altrettante partite di Europa League di Patrick Cutrone, con la complicità di un Bonnefoi non impeccabile. Prima dello scadere della frazione arriva però il pareggio inatteso dei lussemburghesi, firmato da Stolz con un destro potente su azione d’angolo.

Una doccia gelida per il Milan, che nella ripresa incassa addirittura il secondo goal della serata: è Turpel, con un bel destro sul palo più lontano, a mandare in bambola il Diavolo. Gattuso capisce che non è tempo di scherzare col fuoco e inserisce Suso al posto di Halilovic. Ma l’uomo che prende per mano il Milan è Hakan Calhanoglu: prima con un preciso cross tagliente trasformato in goal da Cutrone; poi mettendosi in proprio, con un potente tiro di prima intenzione dai venti metri che permette ai rossoneri di ribaltare il risultato. E’ ancora da una punizione del turco che nasce il 4-2, con la sfortunata deviazione di Schnell, prima del goal del definitivo 5-2 firmato da Borini.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo