Milan, buon pareggio col Lille: 1-1

Anche senza Ibrahimovic, un buon pareggio per la squadra di Pioli in casa dei francesi: al vantaggio di Castillejo risponde Bamba nella ripresa. Un punto che porta a quota 7 punti il Diavolo nel gruppo H, dietro proprio al Lille, ma ancora davanti allo Sparta Praga

FORMAZIONI:

Lille (4-4-2): Maignan; Pied, Fonte, Botman, Mandava; Araujo, Xeka, André, Bamba; David, Yazici. All. Galtier.

Milan (4-3-3): Donnarumma; Dalot, Gabbia, Kjaer, Hernandez; Hauge, Tonali, Bennacer; Castillejo, Calhanoglu, Rebic. All. Bonera.

CRONACA:

I rossoneri iniziano con personalità fraseggiando bene nella metà campo avversaria, ma rischiando qualcosa in disimpegno: dopo dieci minuti Tonali perde una palla sanguinosa e Yazici fa tremare Donnarumma. Rebic fa tanto movimento e apre spazi per gli inserimenti dei tre trequartisti, mentre il match scivola via su ritmi bassi.
L’occasione più clamorosa capita sui piedi di Hauge, che all’interno dell’area rallenta incredibilmente l’azione senza servire i due compagni al centro e sprecando un favorevolissimo 3 contro 1. Con il passare dei minuti i due esterni della formazione francese creano qualche problema alla difesa del Diavolo e prima dell’intervallo Araujo trova la porta con un potente sinistro a giro, ben respinto però da Donnarumma.

La ripresa si apre nel migliore dei modi per gli uomini di Bonera, che trovano il vantaggio sul perfetto filtrante di Tonali: Rebic entra in area da solo e scarica a rimorchio per Castillejo, che deve solo appoggiare a porta vuota. Dopo un’ora di gioco il neo entrato Brahim Diaz illumina subito la manovra mandando in porta Hauge, che non cerca però la conclusione e sbaglia il pallone a centro area. Nel miglior momento per il Milan arriva però la doccia fredda: sugli sviluppi di un fallo laterale il Lille manovra un’azione tutta di prima fino al tiro secco di Bamba, che infila all’angolino l’1-1. Nel finale il Milan ci prova maggiormente con le solite discese di Theo Hernandez, ma la difesa di casa chiude bene le trame rossonere. Sarà lotta a tre per i primi due posti.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter