Maverick Vinales stravince in Qatar

12,Maverick Vinales,Monster Energy Yamaha MotoGP,Yamaha,MotoGP,Arai,Alpinestars,Monster,

Maverick Vinales vince il primo GP del 2021 scattando dalla prima fila. Ducati si deve accontentare del 2° posto con Zarco. Chiude il podio Bagnaia che beffa Mir sul rettilineo finale. Dusatrosa gara per la Yamaha Petronas, penalizzata da problemi di gomme: Rossi solo 12°, Morbidelli 17°

Maverick Vinales si è aggiudicato il Gran Premio del Qatar, gara inaugurale della MotoGP 2021.

Il centauro spagnolo della Yamaha dopo una partenza non perfetta, ha recuperato posizioni su posizioni fino ad arrivare prima a scavalcare il team-mate Fabio Quartararo e poi a duellare con le Ducati, prima quella del rookie Jorge Martin autore di una strepitosa partenza, poi quelle di Jack Miller, Johann Zarco e del pole-man Francesco Bagnaia.

Un successo costruito nei test e nelle prove e che porta il #12 a centrare la nona vittoria in Top Class. Sul podio sono saliti Johann Zarco con la Ducati Pramac e “Pecco” Bagnaia, che solo sotto alla bandiera a scacchi hanno avuto la meglio su un grandissimo Joan Mir, che dopo qualifiche disastrose è stato autore di una grandissima rimonta in gara.

Quinto ha chiuso Fabio Quartararo, che ha avuto la meglio sulla Suzuki di Alex Rins e su un’Aprilia che chiude alla grandissima settima con Aleix Espargarò, davanti al fratello Pol, in sella alla Honda Repsol e ad un deludente Jack Miller, in sella alla Ducati ufficiale.

Miglior rookie Enea Bastianini, che chiude con un fantastico decimo posto. Il pilota del Team Ducati Avintia ha avuto la meglio sulla Honda di Stefan Bradl e su un deludente Valentino Rossi, solamente dodicesimo dopo essere partito dalla seconda fila. Il “Dottore” in alcune fasi della gara è stato anche sedicesimo e alla fine ha tagliato il traguardo davanti alle KTM di Miguel Oliveira e Brad Binder. A punti Jorge Martin, che dopo una partenza a “fucile” ha chiuso quindicesimo, subito davanti all’altro rookie, Luca Marini.

Gara da dimenticare per Franco Morbidelli, che non è mai stato della partita, molto probabilmente per un problema tecnico, mentre inizia con una caduta l’avventura di Danilo Petrucci con la KTM. Morbidelli ha chiuso 18esimo, davanti all’Aprilia di Lorenzo Savadori.

ORDINE D’ARRIVO:
1. Maverick Vinales Monster Energy Yamaha 42:28.66
2. Johann Zarco Pramac Racing +1.09
3. Francesco Bagnaia Ducati Lenovo Team +1.12
4. Joan Mir Team Suzuki Ecstar +1.22
5. Fabio Quartararo Monster Energy Yamaha +3.03
6. Alex Rins Team Suzuki Ecstar +3.35
7. Aleix Espargarò Aprilia Racing Team Gresini +5.93
8. Pol Espargarò Repsol Honda +5.99
9. Jack Miller Ducati Lenovo Team +7.05
10. Enea Bastianini Esponsorama Racing +9.28

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter