Matej Mohoric vince anche a Libourne

Tour de France 2021 - 108th Edition - 19th stage Mourenx - Libourne 207 km - 16/07/2021 - Matej Mohoric (SLO - Bahrain Victorious) - photo GVG/PN/BettiniPhoto©2021

Niente volata per Mark Cavendish che rinvia l’appuntamento con il record di vittorie alla Grande Boucle, ma c’è comunque un suo compagno di squadra nella fuga. È Davide Ballerini che cerca quella tappa che manca all’Italia dal luglio 2019, ma nel finale il canturino è uno dei primi a staccarsi. Perde le ruote anche Mohoric, che però riparte ai -25 per non essere più ripreso

La 19a tappa comincia con due maxi cadute: coinvolto purtroppo Sonny Colbrelli, ma anche uomini di classifica come Enric Mas e Guillaume Martin. C’è comunque qualcuno che parte, come gli Ineos Grenadiers che si lanciano con Kwiatkowski che viene raggiunto da Pogacar che gli fa anche una ramanzina. Non si può partire con questa situazione di cadute. Davanti si forma però un gruppetto di 6 uomini: all’attacco Bernard, Rutsch, Mohoric, Simon Clarke, Zimmermann e Bonnamour. Dietro c’è la volata per il 7° posto al traguardo volante con Matthews che batte Colbrelli e, soprattutto, stacca Cavendish visto che lo sprint era in salita. Da quel momento comincia un’altra tappa con altri tentativi per raggiungere la fuga di giornata. Evadono altri 14 corridori che riescono a raggiungere i battistrada, mentre il gruppo è costretto a rialzarsi nonostante il grande lavoro della Israel per Greipel. 20 corridori quindi in fuga: ci sono Mohoric, Van Moer, Izagirre, ma anche velocisti come Ballerini, Stuyven, Teunissen, Laporte e Walscheid.

A 50 km dal traguardo cominciano le scaramucce tra gli uomini di testa con Rutsch e Bonnamour che ci provano, ma Mohoric riporta tutti sotto compreso il nostro Ballerini. Il canturino risponde poi a tutti gli scatti, ma occhio a non disperdere troppe energie. Anche perché a Cadillac la strada sale e perde le ruote proprio Mohoric. Rutsch ci riprova, allunga anche Pedersen, Laporte e Gesbert, ma nessuno prende davvero vantaggio sugli altri. A 29,5 km ecco che è proprio Ballerini a perdere le ruote dei primi, mentre Mohoric rimonta e lancia un attacco in contropiede ai -25 km. Dietro faticano a riorganizzarsi e in breve tempo lo sloveno riesce a guadagnare 20”. A 15 km dal traguardo 50” e lo sloveno è ormai lanciatissimo verso la seconda vittoria del suo Tour. Si battaglia ormai solo per il 2° posto, con Laporte che batte Casper Pedersen e Teunissen nella volata per il piazzamento. Mohoric fa bis, tre vittorie per la Bahrain Victorious.

ORDINE D’ARRIVO:
1. Matej Mohoric Bahrain-Victorious 04:19.17
2. Christophe Laporte Cofidis +0.58
3. Casper Pedersen Team DSM +0.58
4. Mike Teunissen Team Jumbo-Visma +1.02
5. Nils Politt Bora-Hansgrohe +1.08
6. Edward Theuns Trek-Segafredo +1.08
7. Michael Valgren EF Education-Nippo +1.08
8. Georg Zimmermann Intermarche-Wanty-Gobert Materiaux +1.08
9. Anthony Turgis Team Total Direct Energie +1.10
10. Jasper Stuyen Trek-Segafredo +1.10

CLASSIFICA GENERALE:
1. Tadej Pogacar UAE Team Emirates 79:40.09
2. Jonas Vingegaard Team Jumbo-Visma +5.45
3. Richard Carapaz Ineos Grenadiers +5.51
4. Ben O’Connor AG2R Citroen Team +8.18
5. Wilco Kelderman Bora-Hansgrohe +8.50
6. Enric Mas Movistar Team +10.11
7. Alexey Lutsenko Astana-Premier Tech +11.22
8. Guillaume Martin Cofidis +12.46
9. Pello Bilbao Bahrain-Victorious +13.48
10. Rigoberto Uran EF Education-Nippo 16.25

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter