Magica Roma: 1-1 con l’Ajax e vola in semifinale

All’Olimpico la squadra di Fonseca pareggia 1-1 e si qualifica alle semifinali in virtù della vittoria per 2-1 ad Amsterdam. Grande impresa giallorossa, ora la sfida al Manchester United. Seconda semifinale europea in soli quattro anni per il club capitolino

FORMAZIONI:

Roma (3-4-2-1): Lopez; Mancini, Cristante, Ibanez; Karsdorp, Veretout, Diawara, Calafiori; Mkhitaryan, Pellegrini; Dzeko. All. Fonseca.

Ajax (4-3-3): Stekelenburg; Klaiber, Timber, Martinez, Tagliafico; Alvarez, Klaassen, Gravenberch; Antony, Tadic, Neres. All. Ten Hag.

CRONACA:

Un primo tempo molto intenso ma praticamente privo di emozioni nelle due aree quello dell’Olimpico, con l’Ajax nettamente col maggior possesso palla, senza però mai rendersi veramente pericoloso dalle parti di Pau Lopez. La Roma si difende senza rischiare, troppo timida però per chiudere la qualificazione. A far scendere i più freddi brividi nella schiena degli avversari nel primo tempo è comunque la Roma, al minuto 9: la rete di Veretout è annullata per chiara posizione di fuorigioco sul filtrante di Dzeko. L’Ajax rimane padrona del campo, in attesa della prima occasione utile per riaprire la gara.

Fonseca non cambia la Roma all’intervallo, mentre Ten Hag punta sulla carta Brobbey. Mossa azzeccata, visto che è proprio il 19enne a tenere viva la possibilità di qualificazione per l’Ajax: tre minuti dopo il suo ingresso a inizio secondo tempo, la punta olandese si inserisce tra Cristante e Ibanez, superando con un tocco sotto Pau Lopez in uscita disperata. Colpita, la Roma si sfilaccia ulteriormente rischiando di subire anche il raddoppio: Tadic mette dentro al 55′, ma l’esultanza viene stoppata dal VAR. Tadic nota al monitor il fallo su Mkhitaryan a inizio azione, annullando la rete del 2-0 che avrebbe portato l’Ajax in semifinale. Ten Hag inserisce anche Kudus per provare il tutto per tutto, ma è la Roma a trovare l’insperato pareggio. Calafiori avanza sulla sinistra, superando Timber anche in virtù dello sfortunato scivolone in ripiegamento: cross basso deviato che finisce tra i piedi di Dzeko, al posto giusto per spingere in rete il pallone dell’1-1. Quello della qualificazione in semifinale.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter

Maglie Juve Home e Away Image Banner 300 x 250