Maestoso Sebastian Vettel a Spa: trionfo Ferrari

25.08.2018 - Free Practice 3, Sebastian Vettel (GER) Scuderia Ferrari SF71H

Vince Sebastian Vettel e riporta dopo 9 anni la Ferrari a vincere in Belgio. Sul podio Hamilton, davanti a Verstappen.

Situazione gomme al via della 63esima edizione del GP del Belgio: supersoft per i primi dieci, nuova solo per Gasly, soft nuova per il resto della griglia, tranne Bottas che la monta usata e Sainz con le medium. Allo spegnersi dei semafori Hamilton scatta bene ma Vettel gli è subito con il fiato sul collo. Alla prima curva però si scatena subito l’inferno: Hulkenberg finisce addosso ad Alonso che a sua volta finisce dentro a Ricciardo danneggiandogli l’ala posteriore. La McLaren dello spagnolo prende il volo e si rovescia sulla Sauber di Leclerc. Gara finita, fortunatamente senza gravi conseguenze, per tutto il trio, mentre Ricciardo rientra ai box per sistemare l’ala e cambiare le gomme. La Red Bull, finita in ultima posizione, si ritirerà comunque al giro 31. Anche la Rossa di Kimi viene danneggiata al via, colpita da Ricciardo: ai box anche lui, con la gomma a terra e altri danni, che non gli permetteranno di finire la corsa, il suo ritiro arriverà già al giro 9. Davanti è invece Vettel a riportare l’attenzione, riuscendo a passare Hamilton dopo poche curve, con le due Force India che provano a infilarsi nella lotta e Ocon che perde così la posizione ai danni di Perez. E subito dopo viene rilasciata la safety car: Vettel è davanti a Hamilton, Perez, Ocon, Verstappen, Grosjean, Magnussen, Gasly, Ericsson e Sirotkin. Al giro 5 rientra la vettura di sicurezza; Hamilton è molto vicino ma alla ripartenza la Rossa fila via e da lì alla fine sarà imprendibile. Bottas intanto con le supersoft è risalito fino alla 12esima piazza e Verstappen fa fuori entrambe le Force India.

Al giro 22 Hamilton è il primo a fermarsi ai box, tentando l’undercut ai danni di Vettel: il britannico monta le soft e rientra terzo, dietro a Verstappen. Vettel si ferma al giro successivo, montando la stessa gomma. Il box Ferrari questa volta non sbaglia e il tedesco rientra davanti a Red Bull e Mercedes, che si sbarazza della “lattina” subito dopo. Di seguito si fermano anche Grosjean, Ocon, Perez, Gasly e Verstappen: l’olandese rientra terzo. Al giro 28 Vettel guida il gruppo con un vantaggio di 4 secondi su Hamilton; seguono Verstappen, Bottas, Perez, Ocon, Grosjean, Magnussen, Gasly e Hartley, in lotta con Ericsson.

A 10 giri dalla fine Vettel ha portato a 4.9 secondi il vantaggio su Hamilton, che precede Verstappen, Perez, Bottas, Ocon, Grosjean, Magnussen, Gasly ed Ericsson. A quattro giri dal termine, Bottas mette a segno il sorpasso ai danni di Perez e sale così quarto.

Gli ultimi km vedono Vettel ormai lanciato indisturbato verso la vittoria, con Hamilton un po’ in crisi con le mappature sul suo volante. La Ferrari vince il GP del Belgio davanti a Mercedes e Red Bull. Vettel porta così a -17 il gap da Hamilton, al momento ancora leader in classifica generale.

ORDINE D’ARRIVO:
1. Sebastian Vettel Ferrari 1:23:34.47
2. Lewis Hamilton Mercedes +11.06
3. Max Verstappen Red Bull +31.37
4. Valtteri Bottas Mercedes +1:03.60
5. Sergio Perez Force India +1:11.02
6. Esteban Ocon Force India +1:19.52
7. Romain Grosjean Haas +1:25.95
8. Kevin Magnussen Haas +1:27.63
9. Pierre Gasly Toro Rosso +1:45.89
10. Marcus Ericsson Sauber +1g.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter