A Los Machucos. Monumento Vaca Pasiega vince Stefan Denifl

Il britannico, dopo la grande crono di Logrono, perde queste volta le ruote di Nibali che si ritrova 2° a 1’16” dalla vetta della classifica. Peccato per l’abbuono, con Miguel Ángel López che anticipa Nibali al 3° posto. A vincere, invece, è Stefan Denifl andato in fuga all’inizio della tappa con Alberto Contador che rimonta nel finale, ma arriva staccato di 28”.

Al km 7 parte la fuga di giornata con il tentativo di Alessandro De Marchi che si porta dietro altri corridori: ci sono Davide Villella, Denifl, Dani Moreno, Alaphilippe e Cort Nielsen. I sei fuggitivi accumulano un vantaggio massimo di 9 minuti, ma in quel momento arrivano gli Astana e i Bora Hansgrohe a fare l’andatura in gruppo, con l’obiettivo di vincere la tappa rispettivamente con Miguel Ángel López e Majka. Sulla prima ascesa di giornata è Villella a prendere ulteriori 5 minuti, mentre Nibali tenta un allungo in discesa, anche se il siciliano non riesce subito a fare la differenza.

Dopo la discesa, perde però contatto Villella che non riesce a tenere il ritmo dei suoi compagni di fuga. Un vero peccato, visto la presenza di un GPM di 1a categoria e di un GPM di categoria Especial. Sulla seconda salita è la Sky a fare l’andatura per evitare attacchi, e il ritardo dalla testa della corsa resta stabile sui 2 minuti. A fare la differenza è l’Alto de Machucos, e i primi a partire sono gli uomini dell’Orica Scott con Chaves che prova ad attaccare in tandem con Adam Yates. L’azione del colombiano non scombina i piani della Sky, che rimontano qualche km più tardi; l’attacco vero è quello ai -5,9 km con la partenza di Miguel Ángel López seguito poco più tardi da Contador. ‘Superman’ aveva fatto lavorare la squadra sin dall’inizio, ma il colombiano questa volta non riesce a tenere il ritmo di Contador che ha tutto l’interesse ad andare a riprendere i fuggitivi per la vittoria di tappa. Si staccano Cort Nielsen, De Marchi, Alaphilippe e Daniel Moreno ma Denifl non molla, volendo regalare una clamorosa vittoria all’Aqua Blue Sport. Ai -2 km dall’arrivo, il ritardo di Contador scende a 35’’ e ci sarebbe tutto il tempo per andare a riprendere il corridore austriaco. È un costante guadagnare dello spagnolo, ma Denifl si difende bene, senza calare ulteriormente andando a vincere la tappa in solitaria.

Il gruppo non segue Miguel Ángel López e Contador, mentre Froome si stacca già alle prime rampe. Nibali a fare l’andatura davanti a tutti i migliori, guadagnando subito una decina di secondi. Non bisogna aspettare l’Angliru e il siciliano cerca di rispondere al distacco patito nella crono, ed ecco che accelera insieme a Zakarin, staccando anche tutti gli altri big. Zakarin non si risparmia, volendo tenere dietro Kelderman per il discorso 3° posto nella generale. I due vanno via a cambi regolari, ma per Nibali c’è la beffa Miguel Ángel López che lo anticipa sul traguardo, andando a prendersi la 3a piazza all’arrivo con tanto di abbuono. Froome resta dietro, con Moscon, Nieve e Poels angeli custodi a fargli perdere il meno possibile, anche se sul traguardo il britannico paga 42’’ da Nibali, che riapre difatti la Vuelta.

ORDINE D’ARRIVO:
1. Stefan Denifl Aqua Blue Sport 4:48.52
2. Alberto Contador Trek-Segafredo +0.28
3. Miguel Angel Lopez Astana Pro Team +1.04
4. Vincenzo Nibali Bahrain Merida Pro CT +1.04
5. Ilnur Zakarin Team Katusha-Alpecin +1.04
6. Rafal Majka Bora-Hangrohe +1.04
7. Michael Woods Cannondale-Drapac Pro CT +1.13
8. Daniel Moreno Movistar Team +1.17
9. Wilco Kelderman Team Sunweb +1.19
10. David De La Cruz Quick-Step Floors +1.42

CLASSIFICA GENERALE:
1. Chris Froome Team Sky 67:44.03
2. Vincenzo Nibali Bahrain Merida Pro CT +1.16
3. Wilco Kelderman Team Sunweb +2.13
4. Ilnur Zakarin Team Katusha-Alpecin +2.25
5. Alberto Contador Trek-Segafredo +3.34
6. Miguel Angel Lopez Astana Pro Team +4.39
7. Michael Woods Cannondale-Drapac Pro CT +6.33
8. Wout PoelsTeam Sky +6.40
9. Fabio Aru Astana Pro Team +6.45
10. David De La Cruz Quick-Step Floors +10.10

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter