L’Olimpia Milano va 2-0: Trento annientata

Con 52 punti della coppia americana, l’Olimpia Milano vince 90-80 e fa il bis dopo gara 1. L’Olimpia dimostra che, oltre ad avere incredibili bocche di fuoco in attacco, sa difendere ed annullare le armi avversarie, con lo stesso Andrew Goudelock che per primo piega le gambe e si “sbatte” anche nella metà campo a lui meno congeniale.

EA7 Emporio Armani Milano – Dolimiti Energia Trento 90-80
(27-29, 30-18, 14-14, 19-19)

Olimpia Milano: Jerrells 27, Goudelock 25, Gudaitis 11, Micov 11, Bertans 6, Kuzminskas 4, Tarczewski 4, Cinciarini 2. All. Pianigiani.

Trento: Gomes 18, Shields 17, Silins 15, Forray 9, Sutton 8, Gutierrez 7, Franke 3, Hogue 3. All. Buscaglia.

CRONACA:

E’ una Trento diversa quella che inizia gara 2. Forza un paio di palle perse di Goudelock – che anche in gara 1 era partito con molta calma – e in attacco trova Silins, completamente assente nel primo episodio della serie. E’ la Dolomiti Energia che tiene il comando delle operazioni, chiudendo avanti il primo periodo con buona autorità19-24, sfruttando la genrale disattenzione dell’Olimpia. Se Goudelock inizia a riprendersi sul finale del primo quarto, Jerrells fa la voce grossa realizzandp 21 punti nei primi suoi 13′, incrinando le speranze dell’Aquila, che resta aggrappata al match fino alla doppia tripla in fila di Goudelock, che vuol dire 1’/14 da tre per i biancorossi e +10. La spallata del secondo periodo rischia di determinare l’intera sfida, anhe perché Jerrells e Goudelock non si fermano e continuano a mancinare punti con estrema facilità. Shields scalda la mano come spesso accade nella seconda parte delle partite, ma non sembra bastare perché l’Olimpia tiene ancora comodamente le mani sulla grara dando prova di saper anche difendere, tenendo gli ospiti a 61 punti a fine terzo quarto, chiuso ancora con 10 lughezze di margine. Con grinta e spirito di sacrificio la Dolomiti Energia si ritrova -5 a metà ultimo quarto. Suttone segna il 3 ma Jerrells risponde presente. Gli ultimi 5′ sono tosti. I liberi di Gudaitis ed un canesro di Micov danno il nuovo +7 all’Olimpia, che a meno di 2′ dalla sirena sembrano quelli decisivi. E’ così, nonostante un nuovo tentativo di riaggangio da parte di Trento. Finisce 90-80, Milano vince anche gara 2.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter