L’Olimpia Milano tiene la vetta: battuto il Maccabi Tel Aviv 92-88

L’Olimpia Milano mantiene l’imbattibilità casalinga in Eurolega superando il Maccabi FOX Tel Aviv e resta così in vetta alla classifica con un record di 7-2 in compagnia dell’Anadolu Efes Istanbul in attesa delle partite di mercoledì sera di Barcellona e CSKA Mosca. Luis Scola è il miglior marcatore per l’Olimpia con 20 punti, seguito dai 18 di Sergio Rodriguez

In una serata che presentava tutte le trappole più classiche del genere, con il Maccabi giunto al Forum sulla cresta dell’onda cavalcando una striscia di 6 vittorie consecutive, Milano ha il merito di giocare una grande partita di collettivo, con ottimi momenti difensivi e, soprattutto, un attacco che mostra una fluidità e una compattezza tremendamente migliorata rispetto alle prime uscite stagionali, nonostante le assenze di Arturas Gudaitis e Amedeo Della Valle. I 92 punti realizzati rappresentano, curiosamente, la miglior prestazione offensiva in stagione dell’Olimpia ma anche la peggior prova difensiva del Maccabi, che non era mai andato oltre gli 89 subiti all’esordio stagionale nella trasferta contro il Khimki Mosca.

In una partita che vive di tanti mini-parziali, Milano prende il controllo del ritmo e dell’inerzia emotiva nelle battute finali del secondo quarto, quando riesce a costruire un piccolo cuscinetto per il +5 dell’intervallo lungo: un ottimo approccio di terzo periodo condito dalle giocate di Rodriguez e Scola, di una difesa che regge nel verniciato con la presenza fisica di Tarczewski e Brooks e dell’ottima spalla di Vlado Micov, lancia l’Olimpia sul +10, ma quando l’equilibrio sembra potersi spezzare definitivamente, il Maccabi mostra la sua faccia migliore. Scottie Wilbekin riprende in mano la squadra e la spinge a un immediato e improvviso contro-break per il sorpasso, prima di una fiammata di Nemanja Nedovic: il serbo, reduce da due partite molto prolifiche in campionato, vive un paio di minuti di pura estasi cestistica e sostiene il quintetto con le seconde linee rilaciando Milano sul +7 all’ultimo mini-riposo, coronando il tutto con una tripla da nove metri sulla sirena del terzo quarto.

La forbice si allarga sul +12 nelle fasi iniziali dell’ultimo periodo, ma il Maccabi non solleva bandiera bianca: Wilbekin e Dorsey ricuciono fino al -4, ed è necessario il ritorno all’azione di Scola e Rodriguez per dare una nuova spallata. Wilbekin spara le ultime cartucce segnando triple in condizioni di equilibrio impossibile, ma Milano replica abbassando il quintetto e alleggerendo le operazioni offensive: una tripla di coraggio di Brooks e una da campione di Rodriguez riscrivono il nuovo +10 che scaccia definitivamente le paure. Il Maccabi rosicchia qualche punto nel finale prima di perdere un eroico Wilbekin, preda dei crampi dopo l’ennesima bomba impiccata.

A|X Armani Exchange Milano – Maccabi Tel Aviv 92-88
(21-21, 26-21, 24-22, 21-24)

Olimpia Milano: Scola 20, Rodriguez 18, Micov 13, Nedovic 11, Tarczewski 10, Brooks 6, Mack 5, Roll 5, Biligha 4. All. Messina.

Maccabi Tel Aviv: Wilbekin 25, Dorsey 14, Black 13, Wolters 8, Dibartolomeo 6, Hunter 6, Acy 4, Bryant 4, Zoosman 4, Avdija 2, Cohen 2. All. Sfairopoulos.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter