L’Olimpia Milano sogna a lungo, ma il Barcellona è troppo forte: sconfitta in volata 84-80

Dopo aver toccato il +12 nel secondo periodo e aver chiuso all’intervallo sul +9, l’Olimpia Milano incassa un parziale negativo di 27-14 nel terzo quarto, rimette la testa avanti a 1’30” dalla sirena ma si arrende in volata per 84-80 nella trasferta a Barcellona, scivolando a 11-13 in classifica. Malcolm Delaney è MVP della serata con 26 punti e 9 assist

Già, perché una volta assorbito lo sbandamento iniziale inferto dai colpi di Nikola Mirotic, Brandon Davies e una difesa che stritola pallone ed esterni sul perimetro, Milano fa la partita con un finale di primo periodo e un secondo quarto che rasentano la perfezione. Con il rientrante Jeff Brooks a mettere la museruola a Mirotic e la coppia Gudaitis-Tarczewski ad allargare i gomiti nel verniciato, l’Olimpia rispolvera quella stessa tenacia difensiva con cui aveva già smontato il Barcellona nella gara d’andata al Forum: mentre i blaugrana si schiantano sul muro a centro-area sparando a salve dall’arco, Milano ritrova linfa nelle triple di Nemanja Nedovic e Sergio Rodriguez, e vola sulle scorribande di Drew Crawford toccando anche il +12 prima di subire una mini-reazione di Delaney per il 36-45 dell’intervallo.

Il cuscinetto di margine, però, viene presto eroso dall’attesa sfuriata blaugrana a inizio ripresa. Il Barcellona soffoca l’Olimpia raddoppiando continuamente il pallone e ritrova i suoi leader offensivi: Mirotic accende le prime scintille, ed è poi Delaney a far divampare il fuoco con una serie di triple in transizione e dal palleggio dopo i tanti errori di squadra nel primo tempo. Mentre Milano lascia punti importanti in lunetta perdendo quella brillante fluidità del secondo periodo, Kyle Kuric apre la forbice sul +8 con quei suoi arresti danzanti nel mid-range, ma il ritorno in campo di Rodriguez e Luis Scola ispira un controbreak di 0-7 per il -1 di inizio quarto periodo.

C’è ancora partita, partita vera, con enorme tensione e intensità. Rodriguez e Micov ricuciono un nuovo tentativo di allungo blaugrana, ed è poi Tarczewski a dare l’ultima illusione con quel canestro in contropiede che corona una partita quasi eroica da 13 punti, 9 rimbalzi e grandissima presenza difensiva. Del finale abbiamo già detto: Delaney fa il diavolo a quattro, Micov vede spegnersi sul ferro un’ottima tripla per il controsorpasso, e il Barcellona fugge via in maniera definitiva con un altro paio di ottime giocate di lettura.

FC Barcellona-A|X Armani Exchange Milano 84-80
(23-17, 13-28, 27-14, 21-21)

Barcellona: Delaney 26, Kuric 16, Mirotic 15, Davies 12, Claver 7, Hnaga 4, Oriola 2, Tomic 2. All. Pesic.

Olimpia Milano: Rodriguez 14, Tarczewski 13, Nedovic 12, Micov 10, Scola 10, Crawford 7, Brooks 5, Roll 4, Gudaitis 3, Della Valle 2. All. Messina.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter