L’Olimpia Milano sfata il tabù Real Madrid: 78-70

Nel Round 4 di Eurolega l’AX Armani Exchange Milano supera 78-70 il Real Madrid e si mette alle spalle il ko del Pireo con l’Olympiacos. L’Olimpia rimonta da -14, senza Delaney, e batte i merengues dopo 11 anni, prima volta contro Pablo Laso: clamoroso l’ex di turno Sergio Rodriguez con 25 punti, 7 assist e 37 di valutazione, bene anche Shields con 19

Al Forum va in scena una grande classica di Eurolega tra Milano e Real Madrid, valida per il Round 4, seconda giornata del primo doppio turno stagionale. L’inizio è tutto dei blancos che segnano con continuità da tre con Abalde e Thompkins, mentre l’AX Armani Exchange sbatte più volte contro il gigante Tavares e poi, per aggravare la situazione, perde Malcolm Delaney per una brutta distorsione alla caviglia a metà primo periodo. L’ex di turno Sergio Rodriguez prova a svegliare Milano ma il Real continua a martellare dall’arco, fa +11 sul 19-8 e poi alla prima pausa conduce 19-10. Nel secondo periodo Lull fa +12 con l’ennesima bomba, l’Olimpia torna sotto con un paio di schiacciate di Tarczewski per il -6 ma poi Taylor partecipa al festival delle bombe, ne insacca due e il Real vola fino a +14 sul 38-24. Milano appare in grossa difficoltà ma il “Chacho” la prende per mano e insacca una clamorosa tripla sulla sirena per il -11 con cui si torna negli spogliatoi.

Nella ripresa torna in campo un’altra Olimpia, la squadra di Messina cambia marcia in difesa e il Real Madrid va in tilt. Rodriguez trova aiuto da Shields per il -4, gli ospiti continuano a litigare col canestro e si fanno prendere dal nervosismo, e ancora il “Chacho” sale in cattedra infilando due triple pazzesche, la prima di tabella, per il sorpasso biancorosso sul 50-49! La risposta del Real è affidata a Taylor, poi sulla sirena realizza Roll in arresto e tiro e l’Olimpia è a -1 sul 54-55 a 10′ dal termine. L’ultimo periodo vede l’AX Armani Exchange scappare via fino al +9 grazie a Shields e a 5 punti in fila di Datome per il 66-57, ma il Madrid non cede, indovina un paio di passaggi difensivi e con due bombe di Thompkins e Campazzo, e una schiacciata di Deck è di nuovo a -1. L’Olimpia trema ma non perde la calma e sono ancora Shields e Rodriguez a firmare le giocate decisive: l’ex Trento mette la bomba del +4, il “Chacho” trova Moraschini in angolo per quella del +7, e poi è lui stesso a firmare il canestro del 76-70 che fa calare il sipario sul match. Una prestazione eccezionale del playmaker spagnolo che è il chiaro MVP della sfida.

AX Armani Exchange Milano – Real Madrid 78-70
(10-19, 21-23, 23-13, 24-15)

Olimpia Milano: Rodriguez 25, Shields 19, Datome 9, Tarczewski 8, Moraschini 7, Hines 4, Roll 4, Delaney 2. All. Messina.

Real Madrid: Thompkins 15, Abalde 14, Taylor 9, Llull 8, Laprovittola 7, Tavares 6, Campazzo 5, Alocen 2, Deck 2, Garuba 2. All. Laso.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter