L’Olimpia Milano saluta l’Eurolega: l’Efes Anadolu non fa sconti e vince 101-95

Si chiude nel peggiore dei modi il sogno playoff dell’Olimpia Milano: dopo un gran secondo quarto nel quale l’Olimpia vola anche a +13, i 32 punti subiti nel terzo periodo consegnano la vittoria dell’Anadolu Efes, che chiude con cinque uomini in doppia cifra. All’AX non bastano i 17 punti di James e i 16 di Nedovic

AX Armani Exchange Milano-Anadolu Efes Istanbul 101-95
(24-20, 18-33, 32-16, 27-26)

Anadolu Efes: Micic 18, Beaubois 14, Pleiss 14, Simon 14, Moerman 13, Larkin 12, Sanli 7, Duston 6, Anderson 3. All. Ataman.

Olimpia Milano: James 17, Nedovic 16, Kuzminskas 14, Micov 14, Tarczewski 11, Nunnally 10, Brooks 7, Omic 6. All. Pianigiani.

CRONACA:

Per quanto l’Efes sia già matematicamente quarto in classifica, senza possibilità di raggiungere il terzo o finire al quinto posto, gioca una gara tutt’altro che dimessa. Il primo periodo lo dimostra: 24-20 e, come spesso capita, l’Olimpia soffre tantissimo a rimbalzo subendo moltissimo in difesa. I due falli di Tarczewski condizionano da subito la gara biancorossa, con Omic rivedibile quando chiamato in causa tra fine primo e inizio secondo quarto. Milano però ha il miglior attacco dell’Eurolega e lo mette in mostra: triple di Nedovic e Nunnally per il +9, massimo vantaggio sul 31-40. I problemi nell’altra metà campo restano, con troppi spazi lasciati a penetrazioni e rimbalzi dell’Efes, che tengono a contatto la squadra di Ataman. Ma il finale di tempo è tutto di marca AX, con James a chiudere sul +11 con una tripla siderale.

E’ tutt’altro che finita. 20-8 di parziale ed Efes a -1 con Kruno Simon a non concedere niente alla sua ex squadra. Si scalda anche il Sinan Erdem Dome e per l’Olimpia si fa davvero dura. L’Efes cavalca Simon e Pleiss e si riporta avanti; Milano invece vive le difficoltà del primo quarto: poca difesa e troppi punti subiti. Sono ben 32 nel terzo quarto, che si chiude con l’Olimpia a -5. Arrivano gli ultimi cruciali 10 minuti e Mike James sa di avere delle responsabilità. E’ lui a segnare il nuovo -2, ma dall’altra parte commette il fallo che consegna a Larkin un importante gioco da 4 punti. I turchi tengono la testa avanti ma Milano rimane aggrappata al match con le unghie, fino a 2 minuti dalla fine, quando la tripla di Larkin pesa come un macigno: 95-88. Il fallo in attacco di James chiude la partita a poco più di un giro di lancette dalla sirena; il canestro di Moerman sotterra definitivamente ogni sparuta speranza. L’Efes vince 101-95 e lascia per un altro anno l’Olimpia Milano senza playoff.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter

Maglie Juve Home e Away Image Banner 300 x 250