L’Olimpia Milano risponde presente: 71-82 al Buducnost

L’Olimpia Milano chiude con 11 punti di margine una gara quasi sempre controllata. James e Nedovic danno lo strappo iniziale alla gara, poi la rimonta dei padroni di casa fino al -4. Ci pensa Micov a mettere il punto esclamativo con un secondo tempo da vero professore.

CRONACA:

Pianigiani, per la prima volta in Eurolega, sceglie Nedovic, James, Micov, Brooks e Tarczewski. Quintetto equilibrato e “grosso”, per dare un’impronta alla gara. I suoi difendono forte e lasciano gli avversari senza canestri dal campo nei primi 2 minuti e mezzo, andando 0-4 ma prendendo subito un controparziale con la tripla di Clark. Nessun problem: l’Olimpia é implacabile al tiro e il +12 é presto fatto con 7 punti in fila di Mike James e i padroni di casa inchiodati a quota 7. Presenza in area e difesa danno sostanza a un primo quarto perfetto, che l’AX chiude meritatamente avanti 11-22. Il Buducnost torna sotto fino a -9 e, sfruttando le rotazioni dell’Olimpia, sale fino a -4. Il rientro di Nedovic e Gudaitis rimette le cose al loro posto: +11 al 20′. Con Gudaitis al posto di Tarczewski in avvio di ripresa, Milano rimette 14 punti tra sé e il Buducnost, che paga la pessima serata al tiro di Earl Clark. Ma salito il volume del pubblico di casa, la squadra viene spinta fino al -8 restando aggrappata alla partita. L’AX pecca di frenesia perdendo qualche pallone di troppo e lasciando secondi tiri ai padroni di casa che gli danno fiducia. Clark entra in partit e la riapre completamente. Serve la sapienza di Micov per far riprendere fiato all’Olimpia. Due triple e ordine in campo: +8 a fine terzo periodo. C’é spazio anche per Della Valle, che aspetta i palloni buoni per infilare 8 punti senza errori al tiro e tenere i suoi in doppia cifra il vantaggio. Milano resta vanti, James torna a fare canestri importanti ma il Buducnost Voli non vuole mollare, accorciando il gap a -3 a 2’25” dal termine. Il pubblico prende ancora fiducia, serve una mazzata da parte di Milano per chiuderla e non crearsi problemi. Palla a Micov, giocata in post basso e gara decisa lì, col +11 finale che regala ai bancorossi il primo non facile successo in Eurolega.

BUDUCNOST – OLIMPIA MILANO 71-82
(11-22, 20-20, 20-15, 20-25)

Buducnost: Clark 22, Jackson 12, Ivanovic 11, Omic 11, Gordic 6, Popovic 5, Barovic 2, Nikolic 2. All. Dzikic.

Olimpia Milano: Micov 15, Nedovic 14, James 13, Kuzminskas 12, Gudaitis 11, Della Valle 8, Brooks 7, Tarczewski 2. All. Pianigiani.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo