L’Olimpia Milano rimonta a Valencia: 98-103

Valencia sbancata 98-103 con una prestazone mostruosa dell’ultimo arrivato. Senza Goudelock nel finale, fermato da un problema muscolare, l’Olimpia Milano si rilancia. Bene anche Theodore.

L’Olimpia del primo quarto è quella dei momenti buoni in Eurolega: solida soprattutto in difesa, con Theodore ispirato e il solito positivo Mbaye degli inizi. Fa il suo esordio Curtis Jerrells, che si presenta in punta di piedi mettendo in ritmo i compagni ma poi si mette in proprio e quando ha possibilità brucia la retina: 5 i suoi punti nei primi 4’ in campo. Dall’altra parte Pleiss fa 4/5 dal campo nel solo secondo quarto e Valencia prova a dare la prima spallata alla partita. L’AX Armani Exchange reagisce con 7 punti in fila di Goudelock e grazie a un parziale di 12-4 a metà quarto mette il naso avanti. Il primo tempo si chiude sul 41-45. Milano c’è.

L’inizio della ripresa è complesso per gli ospiti, che in un’azione mostrano tutta la loro incompiutezza di questo periodo. Una bella transizione si chiude con una palla persa di Micov e si traduce dall’altra parte in un canestro di Green dando il +9 al Valencia. E’ questa la spallata decisiva del match? Così sembra, perché la tripla di Doonerkamp vale il +14 dei padroni di casa e Milano si aggroviglia nei controproducenti solismi di Theodore e compagnia. Ci deve pensare Jerrells a rimettere in piedi i suoi, lanciando il parziale di 16-2 che riporta l’Olimpia a -3, a inizio ultimo periodo; con Goudelock che rimpolpa il proprio tabellino. E’ un’altra partita e l’Olimpia può giocarsela. A 8’ dalla fine però il migliore in campo, Goudelock, lascia il parquet per un problema a una coscia che lo toglie definitivamente dalla partita – probabilmente non solo questa – e Milano ha bisogno di un mezzo miracolo. Jefferson, redivivo in questo match, segna la sua prima tripla in carriera in Eurolega e dà il -2 ai suoi, che regge fino agli ultimi due giri di lancette. Theodore si carica la squadra sulle spalle e insieme a Jerrells prova a regalare all’Olimpia un successo che varrebbe doppio, per il momento della squadra, per l’infortunio di Goudelock e per la difficoltà di giocare a Valencia. Il playmaker realizza il pareggio a quota 74, Green sbaglia il tiro della vittoria ed è overtime per la seconda volta in stagione.

Supplementare da cuori forti: serie di triple per un pareggio che resiste ancora. Jerrells è ancora the shot”, segna due triple ed è l’uomo in più di Milano. I primi 5’ finiscono ancora in parità, secondo supplementare. Milano è Curtis Jerrells! Ne fa altri 5 in fila e con la tripla di Theodore l’AX si trova a +8 a 3’ dalla sirena. I 13 punti nei due tempi extra dell’ultimo arrivato col numero 55 sulle spalle sono la chiave della vittoria Olimpia, che toglie la polvere dalla casella vittorie e si rilancia.

Valencia – Olimpia Milano 98-103
(20-19, 25-22, 19-17, 10-16, 24-29)

Valencia: Green 22, Dubljevic 18, San Emeterio 16, Van Rossom 13, Pleiss 13, Vives 6, Doornekamp 6, Martinez 4. All. Vidorreta.

Olimpia Milano: Jerrells 30, Theodore 20, Goudelock 17, Gudaitis 8, Jefferson 7, M’Baye 6, Micov 5, Tarczewski 4, Kalnietis 3, Cinciarini 3. All. Pianigiani

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter