L’Olimpia Milano rialza la testa : Efes battuto 77-64

Dopo la pañolada dei pochi tifosi presenti al Forum di Assago e un inizio preoccupante l’Olimpia Milan domina il match andando anche a +20 nel quarto periodo. Redivivo Curtis Jerrells, bene anche M’Baye e Gudaitis.

Contestazione formato Panolada” da parte del poco pubblico del Forum per la squadra di casa, che ha l’obbligo sportivo e morale di fare bottino pieno. L’inizio è tutt’altro che confortante da parte dei ragazzi di Pianigiani, che paiono evidentemente incupiti dalla situazione e poco propositivi. L’Efes prende il comando delle operazioni con un Weems da 7 punti nei primi 6’, poi 5-0 di parziale Milano nel finale di primo quarto e parità ai 17. Testa avanti per l’AX Armani Exchange con 4 punti in fila di M’Baye a inizio secondo quarto: +6. Segnali positivi anche da Jerrells, che nonostante alcune scelte poco affini al gioco di squadra, con tripla e assist per Gudaitis si redime e si carica per quella che sarà la sua” partita. Milano si trova a +8 dopo neanche 3’ da inizio quarto. La difesa, differentemente da altre volte, lavora meglio e in un attimo l’Olimpia va a +15, scarto con cui si chiude il primo tempo.

L’AX ha buona energia e continua a metterla in campo a inizio terzo quarto. Gudaitis domina i tabelloni, a rimbalzo e con 4 punti in fila. La squadra muove la palla e tiene la doppia cifra di vantaggio. Tra gli italiani c’è spazio solo per Cinciarini e Abass, mentre Pascolo e Cusin restano ancorati alla panchina, con Kalnietis in tribuna e vicino al taglio. E’ la partita del riscatto di Curtis Jerrells, che si prende le responsabilità solitamente nelle mani di Theodore e, a differenza di quanto offerto nelle ultime gare fa tutto ciò che gli si chiede. Milano vola a +20 e può controllare gli ultimi 5’ di gioco. Garbage time utile a puntellare le statistiche: CJ chiude a 13 e 5 assist, Gudaitis sfiora la doppia doppia, M’Baye, Goudelock e Kuzmisnkas contornano al meglio una partita che era da vincere e, dopo un inizio preoccupante, ha avuto il finale desiderato. 8° successo per l’Olimpia, che si allontana dall’ultimo posto, proprio dell’Efes, ma non allontana fischi e rabbia dei tifosi, che anche alla fine si scagliano contro squadra e allenatore.

Olimpia Milano – Anadolu Efes 77-64
(17-17, 27-12, 14-16, 19-19)

Olimpia Milano: M’Baye 14, Goudelock 13, Jerrells 13, Kuzminskas 9, Gudaitis 7, Tarczewski 6, Bertans 5, Cinciarini 5, Micov 3, Abass 2. All. Pianigiani.

Anadolu Efes: Weems 19, Stimac 12, Dunston 10, Balbay 9, McCollum 6, Brown 4, Motum 4. All. Ataman

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter