L’Olimpia Milano distrutta dal Bayern Monaco: 93-87

Gara praticamente senza storia a Monaco, dove il Bayern Monaco gioca un primo tempo perfetto dall’arco e poi aumenta il vantaggio e lo mantiene nella ripresa, eccetto nel finale. 8a sconfitta nelle ultime 10 giocate per l’Olimpia Milano, che deve cambiare rotta per provare a raggiungere i playoff di Eurolega

Bayern Monaco-AX Armani Exchange Milano 93-87
(23-22, 30-23, 24-23, 16-19)

Bayern: Djedovic 18, Lo 18, Jovic 14, Koponen 14, Barthel 9, Williams 8, Lucic 7, Ogunsipe 3, Dangubic 2. All. Radonjic.

Olimpia Milano: James 29, Gudaitis 18, Bertans 11, Micov 7, Jerrells 6, Kuzminskas 6, Brooks 4, Burns 2, Cinciarini 2, Omic 2. All. Pianigiani.

CRONACA:

James apre la contesa con la tripla, Bertans lo segue e dall’altra parte Jovic e Dedovic replicano con la stessa moneta. Milano si trova in un attimo a +6 con un gran lavoro in area di Gudaitis e le tripla di James, Risposta immediata del Bayern che ricuce e mette il naso avanti con la bomba di Lo, chiudendo con un punto di margine il primo quarto di gioco. Dopo il buon inizio, Milano sembra spegnersi col passare dei minuti, perdendo fiducia in attacco, ma trova spiragli di difesa grazie soprattutto a Dairis Bertans, che ha il gravoso compito, inoltre, di sostituire” l’assente Nedovic in attacco. L’AX resta in partita grazie agli 8 punti a testa del lettone e di Gudaitis ma insegue continuamente andando a -11 con i padroni di casa che sparano con percentuali incredibili dall’arco. Il Bayern gioca a memoria in attacco e la difesa dell’Olimpia non riesce ad arginarlo a dovere, trovandosi a inseguire 53-45 all’intervallo.

Montagna da scalare per l’Olimpia nel secondo tempo, ma non un’impresa impossibile. Con qualche azione ben elaborata Milano risale a -5 con l’11° punto di Bertans, ma nonostante una maggior applicazione difensiva il Bayern prosegue nel bombardare il canestri milanese, arrivando anche a +14. L’Olimpia esce con la testa dalla gara a metà terzo quarto, abbandonando sotto l’aspetto difensivo pur restando aggrappata alla gara col punteggio. I padroni di casa aggiungono alla pulizia offensiva anche un’ottima intensità difensiva che fa perdere ulteriormente punti di riferimento all’AX. Cinciarini e Burns vengono mandati nella mischia da Pianigiani per dare una sterzata di vitalità a compagni apparsi assenti e in certi momenti svogliati nell’atteggiamento. Gli ultimi 6 minuti sono ancora di speranza per Milano, ma serve uno sforzo in più soprattutto da parte dei giocatori più rappresentativi come Micov e James, che nonostante i punti segnati è in una di quelle serate di indolenza cestistica che lo fanno essere utile a metà. Il -4 è lo svantaggio minore dell’ultimo quarto e i liberi di James a 37 secondi dalla fine danno ancora qualche residuale speranza a Milano. Dedovic segna dalla lunetta nell’altra metà campo, fa lo stesso James ma il finale premia la squadra di Monaco: 93-87 e altro 2-0 nei confronti diretti, così come contro il Barcellona. Con questo successo la squadra di Radinjic sorpassa l’Olimpia in classifica.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter