L’Olimpia Milano crolla a Barcellona 90-80

Micov non incide, James si sveglia nel secondo tempo e l’Olimpia Milano si incarta dopo un bel primo quarto. Kuric, Heurtel e Tomic fanno la differenza e regalano al Barça il sesto successo stagionale, raggiungendo in classifica i biancorossi.

Barcellona – Olimpia Milano 90-80
(24-25, 29-17, 21-12, 16-26)

Barcellona: Heurtel 20, Kuric 15, Tomic 12, Blazic 8, Oriola 8, Singleton 8, Pangos 7, Seraphin 6, Hanga 4, Claver 2. All. Pesic.

Olimpia Milano: James 19, Brooks 17, Gudaitis 13, Jerrells 10, Kuzminskas 10, Micov 6, Cinciarini 5. All. Pianigiani.

CRONACA:

Positiva la partenza di Milano, che va 6-10 nei primi 4 minuti con Micov e Brooks mattatori. L’Olimpia ha pazienza nel far lavorare la difesa e grandissima fiducia al tiro, tanto che quando il Barcellona controlla maggiormente James – uomo più pericoloso con la palla in mano – lui scarica e i compagni puniscono la difesa col tiro da fuori, arma letale dei biancorossi. Così in un amen è +8 con autorità da parte dei ragazzi di Pianigiani. Kuric disturba con un paio di rimbalzi offensivi e conseguenti canestri che valgono il -2, ma James recupera e vola a schiacciare in contropiede dando il segnale che Milano vuole fare bottino pieno anche in terra catalana. Primo quarto chiuso solo a +1 dall’AX Armani Exchange, col canestro di Blazic ad accorciare grazie ai 5 rimbalzi d’attacco dei primi 10′ dei blaugrana. Sono i primi due punti di un parziale di 9-0 firmato dai padroni di casa che vale il +8 con Pianigiani che ferma tutto chiamando timeout. Momento tremendo per gli ospiti, che piombano a -12 perdendo le sicurezze del primo quarto. L’Olimpia fatica difensivamente ad accoppiarsi con i giocatori avversari piazzati sul perimetro per arginare in area le azioni di Tomic e paga lo scotto restando a inseguire, pur andando all’intervallo con un gap assolutamente recuperabile: 51-42. Difficilissimo l’inizio di ripresa per l’AX, ricacciata a -14 dalla precisione di Kuric dalla lunetta. Manca la pulizia nelle scelte offensive e la giusta intensità nella metà campo difensiva a Milano, mentre il Barça tiene i ritmi alti costringendo l’Olimpia ad abbassare le percentuali al tiro. Solo i lunghi di Pianigiani sono davvero in partita, mentre James e Micov non incidono come loro solito e a fine terzo periodo il punteggio a tabellone è implacabile: 74-54. L’ultimo tentativo di reazione l’Olimpia lo tenta a inizio ultimo quarto, con parziale di 3-9 che la fa tornare a -12 ma con un solo minuto sul cronometro. Troppo tardi e troppo il gap per rimettere in piedi una partita compromessa, che il Barcellona chiude 90-80 con autorità. Milano incappa nella terza sconfitta europea stagionale.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter

Maglie Juve Home e Away Image Banner 300 x 250