L’Olimpia Milano batte il Khimki 93-102

L’AX Armani Exchange Milano festeggia la seconda vittoria esterna consecutiva dopo quella di Tel Aviv sbancando anche il campo del Khimki Mosca per 102-93, spinta dai 26 punti con un solo errore al tiro di Shavon Shields e da uno scintillante 13/19 di squadra dall’arco. L’Olimpia migliora il proprio record a 7-4 e sale al quarto posto in classifica assieme a Valencia

Sono tanti i protagonisti di un pomeriggio vissuto sulla qualità e la quantità degli attacchi piuttosto che sulla tenuta difensiva, compresa quella di una Milano che fatica per larghi tratti a contenere le classiche giocate in pick’n’roll centrale di Alexey Shved, le accelerazioni di Errick McCollum e la duttilità di Jonas Jerebko. Zach LeDay continua a confermarsi pedina sempre più indispensabile anche nei quintetti più pesanti al fianco di Hines, Malcolm Delaney gestisce la squadra in maniera più costante e concreta rispetto alla sconfitta con il Pana e Kevin Punter mette il proprio sigillo nel finale con un paio di azioni di altissima classe, compreso un gioco da quattro punti semi-miracoloso in replica a due triple consecutive di Jordan Mickey che avevano assottigliato il cuscinetto di margine biancorosso da 11 a 5 lunghezze nel giro di una manciata di secondi.

Ma i grandi attori possono brillare soltanto quando hanno la fortuna di essere affiancati da comprimari all’altezza. E allora ecco che, dal sommerso della partita, emergono Kaleb Tarczewski, Michael Roll e, soprattutto, Kyle Hines, determinante per riequilibrare una difesa martoriata dai pick’n’roll e per agire, sottotraccia, da playmaker aggiunto speciale per sfruttare rapidità e ball-handling contro i centri avversari.

Khimki Mosca – A|X Armani Exchange Milano 93-102
(20-28, 27-26, 21-18, 25-30)

Khimki Mosca: Jerebko 20, McCollum 18, Mickey 17, Shved 13, Timma 9, Booker 8, Karasev 3, Monroe 3, Jovic 2. All. Kurtinaitis.

Olimpia Milano: Shields 26, LeDay 18, Delaney 16, Punter 15, Roll 8, Tarczewski 8, Hines 6, Datome 3, Micov 2. All. Messina.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter