L’Italia vola alla Final Four! 2-0 alla Bosnia

Con un gol per tempo gli azzurri staccano il pass per la fase finale, dove se la vedranno con Spagna, Francia e Belgio: nella prima frazione va a segno Belotti, nella ripresa raddoppia Berardi con una perla in acrobazia. Final Four in programma in Italia tra un anno

FORMAZIONI:

Bosnia-Erzegovina (4-3-3): Piric; Corluka, Handzikadunic, Sanicanin, Kadusic; Cimrot, Pjanic, Gojak; Tatar, Prevljak, Krunic. All. Bajevic.

Italia (4-3-3): Donnarumma; Florenzi, Acerbi, Bastoni, Palmieri; Barella, Jorginho, Locatelli; Berardi, Belotti, Insigne. All. Evani.

CRONACA:

A Sarajevo, altra prova di grande personalità di un gruppo che, nonostante le numerose assenze, ha comandato per lunghi tratti la partita offrendo tra l’altro anche del bel gioco. In apertura è soprattutto Belotti a mettersi in mostra, facendo capire di essere in ottima serata. Il centravanti del Torino ci prova prima al 6’ e poi al 15’ senza la giusta precisione, ma sono di fatto i tentativi che gli consentono di prendere le misure per quanto accade al 22’: Locatelli recupera palla a centrocampo e lancia Insigne, il quale dal limite mette un pallone morbido verso il cuore dell’area di rigore dove il ‘Gallo’, si fa trovare pronto e con una conclusione di destro in spaccata mette il pallone lì dove Piric proprio non può arrivare. L’Italia continua a collezionare occasioni da rete, ma al 37’ è la Bosnia ad andare vicina al pareggio: Prevljak è abile nel girarsi in area e calciare verso la porta Azzurra, Donnarumma respinge d’istinto. Al 39’ è Insigne a provarci con un destro a giro dopo una giocata sontuosa, il pallone va però solo a pizzicare il palo esterno. La frazione si chiude con un altro tentativo dei padroni di casa, ma anche con la sensazione che l’Italia abbia raccolto meno di quanto seminato.

Nella ripresa il canovaccio tattico non cambia, ma al 53’ è ancora la Bosnia a rendersi pericolosa con una conclusione da posizione eccellente di Sanicanin. Per la risposta Azzurra bisogna attendere il 60’, quando Acerbi lascia partire un potente tiro-cross che Locatelli per un nulla non riesce a deviare in maniera decisiva. Al 68’ il raddoppio dell’Italia: splendido pallore messo in area da Locatelli, Berardi scappa dietro ai due centrali e con un’acrobazia insacca di sinistro. Nel finale, complice anche la girandola dei cambi, i ritmi si abbassano e per gli Azzurri che all’88’ vanno anche ad un passo dal tris, ma il pallone ottimamente calciato da Bernardeschi va ad infrangersi contro la traversa, diventa più facile difendere il risultato.

L’Italia prenderà parte alle Final Four di Nations League e lo farà da padrona di casa.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter

Maglie Juve Home e Away Image Banner 300 x 250