L’Italia si diverte con Andorra

Dopo un primo tempo pieno di gol mancati, l’italia si sblocca nella ripresa: Di Francesco firma una gran doppietta alla seconda presenza in nazionale, del neo entrato Pellegrini il definitivo 3-0. L’11 ottobre, in Lituania, basterà un pareggio per tenere a distanza la Serbia e volare in Polonia.

FORMAZIONI: Italia – Andorra

ITALIA (4-3-3): Cragno; Conti, Caldara, Romagnoli, Murru; Verre, Cataldi, Benassi; Ricci, Cerri, Di Francesco. All. Di Biagio
ANDORRA (4-4-2): Silverio; De Pablos, Viladot, Garcia, Cervos; Reyes, Ferrè, Calvino, Roger Nazzaro; Martinez, Matos. All. Lucendo

CRONACA:
Non passano neppure due minuti e gli Azzurrini troverebbero subito il goal del vantaggio ma il guardalinee, con parecchi secondi di ritardo e dopo che l’arbitro lo aveva di fatto convalidato, alza la bandierina per segnalare un presunto fuorigioco di Verre che aveva depositato in rete la respinta di Silverio su tiro da fuori di Ricci. A fare la partita comunque in avvio è sempre l’Italia nella quale funziona alla perfezione soprattutto l’intesa tra uno scatenato Ricci e l’ottimo Verre, che sfiora nuovamente il goal ma viene anticipato in uscita bassa al limite dell’area dal portiere avversario. Lentamente però la partita si spegne con l’Italia che tiene uno sterile possesso palla senza rendersi seriamente pericolosa nell’area di Andorra, gli ospiti infatti si difendono con ordine e sfiorano addirittura il colpaccio quando Reyes intorno alla mezzora impegna un attentissimo e reattivissimo Cragno. Nel finale di tempo, invece, tra gli Azzurrini si sveglia Di Francesco ma prima il suo tiro di esterno sinistro viene alzato sopra la traversa da un sempre attentissimo Salverio e poco dopo l’esterno azzurro non inquadra lo specchio della porta da ottima posizione. Il primo tempo quindi si chiude sullo 0-0.

La probabile strigliata di Di Biagio negli spogliatoi dà i suoi frutti in avvio di ripresa quando Di Francesco, con un tiro a volo piuttosto sporco, beffa Silverio e porta in vantaggio l’Italia siglando il suo primo goal in Under 21. A quel punto ovviamente l’Italia cerca di addormentare ulteriormente la gara con un lungo possesso palla ma senza mai affondare il colpo mentre Di Biagio richiama in panchina Cerri inserendo Rosseti. A chiudere definitivamente i conti però è ancora Di Francesco che, alla sua seconda presenza con l’Under 21, trova addirittura la doppietta personale con uno splendido goal di tacco su assist da destra del solito Conti a un quarto d’ora dalla fine. La partita, quindi, non ha più nulla da dire e Di Biagio decide di regalare la standing ovation al figlio del tecnico del Sassuolo, sostituito qualche minuto dopo da Garritano tra i meritatissimi applausi. Prima del triplice fischio però c’è spazio anche per il goal del subentrato Pellegrini, ben servito da un ottimo Ricci. Italia batte Andorra 3-0, gli Europei ora sono davvero a portata di mano.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter