L’Italia inizia nel modo giusto: Israele battuto 3-1

Ventura vince la sua prima partita ufficiale sulla panchina dell’Italia, che batte per 3-1 Israele in un match di qualificazione a Russia 2018.

FORMAZIONI: Italia – Israele 
Elisha Levy schiera la sua squadra con un 4-5-1 che prevede Goresh tra i pali ed una linea difensiva composta da Ben Biton, Tibi, Tzedek e Davidzada. A centrocampo la stella Zahavi e Haim a presidiare gli esterni e a fare da raccordo con l’unica punta Hemed, in mediana tocca a Kehat, Nir Biton e Kayal.

Giampiero Ventura risponde con un 3-5-2 nel quale il reparto difensivo è quello titolarissimo che prevede Barzagli, Bonucci e Chiellini davanti a Buffon.

Candreva ed Antonelli si sistemano sugli out di destra e sinistra, Verratti si sistema in cabina di regia con Parolo e Bonaventura ai suoi lati. In attacco, spazio alla collaudata coppia composta da Eder e Pellè.

CRONACA:
Nel primo tempo l’Italia non incanta, ma convince. Gli azzurri di Ventura concedono poco ad Israele e colpiscono con le prime due occasioni buone. L’1-0 arriva al 14’ e porta la firma di Graziano Pellè, abile a sfruttare l’ottimo servizio da sinistra di Antonelli. Il raddoppio dell’Italia arriva su rigore, procurato da un’azione dirompente di Bonaventura a sinistra e trasformato alla perfezione da Antonio Candreva. L’Italia, nonostante il doppio vantaggio si rilassa. Chiellini alimenta le velleità israeliane con un errore in uscita, del quale approfitta Ben Haim, che sorprende Buffon con un pallonetto delicato da fuori area. Così si va all’intervallo sull’1-2, anche perché proprio allo scadere della prima frazione Goresh salva da fuoriclasse sul colpo di testa di Pellè.

La ripresa si apre con una grandissma occasione per Eder, che imbeccato alla grande da Bonucci non trova il pallonetto vincente. Poi Buffon stoppa un tiro da fuori di Nir Biton e al 10’ l’Italia rimane in 10 uomini: Chiellini già ammonito trattiene Hemed e guadagna il secondo giallo inevitabile. L’Italia da lì in poi soffre, nonostante gli aggiustamenti di Ventura. Buffon a 20′ dalla fine salva su Zahavi, l’Italia traballa ma non cade e nel finale legittima il successo. Lancio di Buffon, sponda aerea di Pellè per il neo entrato Immobile, che con un destro poderoso batte Goresh. Finisce 1-3 e l’Italia si aggiudica i primi tre punti del gruppo G.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter