L’Italia “d’emergenza” è quinta e va in finale

Ripescato ai Giochi meno di una settimana fa per la squalifica del quartetto russo, il treno azzurro Filippo Ganna, Simone Consonni, Francesco Lamon, Liam Bertazzo centra le finali di inseguimento a squadre con il quinto tempo in 3:59.708: allo scontro diretto, l’Italia affronterà la Cina. Miglior crono per la Gran Bretagna di Bradley Wiggins, Mark Cavendish, Steven Burke ed Ed Clancy in 3:51.943 alla media di 62.084 km/h per l’italia.

“Convocati d’urgenza” dal coordinatore dell’attività su pista Marco Villa e partiti meno di una settimana fa per Rio de Janeiro: Simone Consonni, Liam Bertazzo, Francesco Lamon e il campione del mondo nell’inseguimento individuale Filippo Ganna hanno riassemblato oltreoceano un treno azzurro di inseguimento a squadre vicecampione d’Europa Under-23 e quarto mondiale di Londra 2016. Due di loro, Ganna e Consonni compagni di squadra del Team Colpack, stavano allenandosi in altura a Sestriere mentre gli altri erano al mare in vacanza e la riserva, Michele Scartezzini, stava gareggiando in Belgio.

In piena fase di scarico, con pochi giorni di warm-up e di sviluppo metrico nel Rio Olympic velodrome, il quartetto Italia ha fatto registrare il quinto tempo sui 4 chilometri di inseguimento a squadre: 3:59.708 per l’accesso in finale e il primo scontro diretto contro la Cina, ottava e ultima qualificata in 4:05.15. La Gran Bretagna, già medaglia d’oro velocità a squadre per il terzetto Jason Kenny, Philip Hindes e Callum Skinner, è prima in 3:51.943 alla media di 62.084 km/h, ma senza migliorare il record del mondo di 3:51.659 di Londra 2016, con Bradley Wiggins, Mark Cavendish, Steven Burke ed Ed Clancy.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter