L’Inter vince a Razgrad: 2-0

I nerazzurri, dopo un primo tempo giocato a basso ritmo, trovano due gol nella ripresa. Il danese da fuori e il belga su rigore. Un palo di Sanchez e una traversa dello stesso Eriksen testimoniano ulteriormente la supremazia nerazzurra. Settimana prossima il ritorno a San Siro

FORMAZIONI:

Ludogorets (4-3-3): Iliev Ivanov; Cicinho, Terziev, Grigore, Nedyalkov; Dyakov, Anicet, Oliveira-Souza; Marcelinho, Swierczok, Wanderson. All. Vrba.

Inter (3-5-2): Padelli; Godin, Ranocchia, D’Ambrosio; Moses, Vecino, Valero, Eriksen, Biraghi; Martinez, Sanchez. All. Conte.

CRONACA:

Inter e Ludogorets danno vita ad un primo tempo non propriamente spettacolare, per usare un eufemismo. I nerazzurri sono lenti in fase di manovra, con gli spazi tra i reparti mai perfetti: a volte troppo stretti e altri troppo larghi. Il Ludogorets aspetta più che altro gli avversari, difendendosi bene per poi ripartire. L’unica occasione nerazzurra è un tiro ravvicinato di Biraghi, che però il portiere Iliev salva con un riflesso. Eriksen è ancora un corpo estraneo all’interno dello scacchiere nerazzurro, mentre Sanchez e Martinez faticano a trovarsi in coppia.

All’intervallo però Antonio Conte si fa sentire… Nella ripresa, al 50′, Alexis Sanchez sfiora il goal del vantaggio con un colpo di tacco su cross basso di Moses: la palla si spegne però sul palo. Al 63′ la pressione dell’Inter diventa ancora più consistente, con un tiro di Eriksen deviato in angolo da Iliev. Ma è solo il preludio al goal del vantaggio dell’armata di Conte, che arriva proprio con il danese: tiro secco dal limite dell’area, dopo una lunghissima azione dell’Inter, e prima gioia per Eriksen. Poco dopo l’ex Tottenham sfiora anche il raddoppio con una bordata dai 25 metri che becca la traversa di Iliev. Nel finale di partita, l’ingresso di Lukaku sancisce il raddoppio per i nerazzurri: rigore concesso all’Inter ed il belga si conferma ancora infallibile dal dischetto.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter