L’Inter si rilancia: 2-0 all’Udinese

La squadra di Conte torna alla vittoria dopo tre 1-1 consecutivi con Atalanta, Lecce e Cagliari. Decisivo il secondo tempo dell’attaccante ex United che batte Musso prima con un piazzato su assist di Barella, poi dal dischetto. I nerazzurri, in attesa del derby, salgono a +2 sulla Lazio

FORMAZIONI:

Udinese (3-5-2): Musso; Becao, De Maio, Nuytinck; Stryger Larsen, Fofana, Mandragora, De Paul, Sema; Okaka, Lasagna. All. Gotti.

Inter (3-5-2): Padelli; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Moses, Vecino, Barella, Eriksen, Young; Lukaku, Esposito. All. Conte.

CRONACA:

I nerazzurri sono subito propositivi e la prima conclusione in porta è di Esposito, che scrolla di dosso la tensione con un destro potente deviato in corner da Musso. Il portiere bianconero si ripete poco dopo sulla prima palla goal interista di Eriksen, che dal limite non angola troppo. La squadra di Gotti resta però propositiva e porta molti uomini in area avversaria quando riconquista palla in mediana, mentre la manovra degli uomini di Conte sembra meno fluida del solito sulla trequarti.

La ripresa prende il via con la grande palla goal di Esposito, che fallisce un calcio di rigore in movimento e lascia il posto a Sanchez poco dopo. Conte toglie anche un Eriksen ancora poco brillante per rilanciare Brozovic e la squadra nerazzurra trova il vantaggio con il suo cannoniere. Lukaku sfrutta alla perfezione il bell’assist di Barella e infila Musso con un preciso piatto sinistro. Dopo un’ora brillante l’Udinese accusa il colpo e inizia a sbandare: il centravanti belga sfiora la doppietta a due passi dalla linea di porta, ma poco dopo Sanchez vince un rimpallo e viene steso in area da Musso. L’arbitro non ha dubbi nell’indicare il dischetto, dove proprio Lukaku si presenta per spiazzare il portiere bianconero. Nel finale Lasagna tenta di riaprire il match due volte, ma il suo sinistro incrociato sfiora due volte il palo senza fortuna: l’Inter strappa tre punti fondamentali e resta in scia.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter