L’Inter respira: 1-0 al Parma

L’Inter espugna il Tardini grazie a una rete di Lautaro Martinez che, in campo da 2 minuti, al 79′ trafigge Sepe su assist di Nainggolan. Per l’Inter si tratta della prima vittoria e del primo gol in campionato nel 2019. Il Parma recrimina per una clamorosa traversa colpita da Gervinho

FORMAZIONI:

Parma (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Alves, Bastoni, Gagliolo; Kucka, Scozzarella, Barillà; Siligardi, Inglese, Gervinho. All. D’Aversa.

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Asamoah; Vecino, Brozovic; Mario, Nainggolan, Perisic; Icardi. All. Spalletti.

CRONACA:

Al Tardini, a differenza di quelle che potevano essere le aspettative, sono stati i padroni di casa a prendere nelle prime battute del match in mano il pallino del gioco, rinunciando così, almeno inizialmente, alle loro ormai proverbiali ripartenze. La squadra di D’Aversa entra in campo con il piglio giusto, aggredisce ogni pallone e, dopo una manciata di minuti, sfiora anche l’immediato vantaggio con Kucka. L’azione più clamorosa i ducali la confezionano però poco dopo il ventesimo quando Gervinho penetra in area e scaglia verso la porta di Handanovic un pallone potentissimo che va a scagliarsi contro la traversa. L’Inter fatica a trovare i giusti meccanismi, ma quando riesce a far girare bene palla e a proporre la giusta cattiveria agonistica, cambia marcia. La squadra di Spalletti, dopo la sofferenza iniziale, riesce ad uscire fuori e a guadagnare metri sul campo, senza però confezionare clamorose azioni da rete. La prima frazione si chiude quindi su uno 0-0 che è figlio di un sostanziale equilibrio in campo.

Nella ripresa sono i meneghini a partire decisamente meglio. L’Inter costringe il Parma a rintanarsi nella propria metà campo e inizia a collezionare azioni da rete. Al 54’ la squadra di Spalletti trova anche il goal del vantaggio con D’Ambrosio, Irrati però, dopo aver inizialmente convalidato, annulla per un fallo di mano con l’ausilio del VAR. Nel finale, dopo alcune chance sprecate per scarsa precisione negli ultimi venti metri, Spalletti si gioca anche la carta Martinez e la scelta si rivela quanto mai giusta. Il talento argentino infatti, pochissimi minuti dopo il suo ingresso in campo trova il guizzo vincente che vale lo 0-1 e soprattutto tre punti pesanti.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo