L’Inter passa a Cagliari: 1-2

Dopo il travolgente esordio contro il Lecce, l’Inter vince anche alla Sardegna Arena grazie a una rete per tempo: inutile il momentaneo pareggio firmato da João Pedro. Nerazzurri a punteggio pieno, sardi a quota zero

FORMAZIONI:

Cagliari (3-5-2): Olsen; Pisacane, Ceppitelli, Klavan; Nandez, Rog, Nainggolan, Ionita, Pellegrini; Cerri, Joao Pedro. All. Maran

Inter (3-5-2): Handanovic; D’Ambrosio, Ranocchia, Skriniar; Candreva, Vecino, Brozovic, Sensi, Asamoah; Lukaku, Martinez. All. Conte.

CRONACA:

Primo tempo equilibrato, ma l’Inter si dimostra cinica e al 27′ passa sugli sviluppi di un corner. Sensi riceve dalla bandierina e crossa a centro area per Lautaro Martínez, che di testa ruba il tempo a Cerri e insacca. Maresca convalida soltanto dopo una lunga consultazione del VAR, che conferma la posizione regolare dell’argentino. I rossoblù potrebbero pareggiare al 41′: João Pedro pesca sulla sinistra dell’area Cerri, che può calciare a rete da distanza ravvicinata ma manca clamorosamente lo specchio della porta.

I rossoblù tornano in campo dopo l’intervallo con una grande determinazione, con Simeone che debutta al posto di Cerri, e al 50′ pervengono all’1-1. Nandez si inventa una grande giocata sulla destra, fa secco Brozovic ed effettua un cross perfetto a centro area, dove João Pedro stacca di testa in controtempo e batte Handanovic angolando sulla destra. I nerazzurri provano a reagire, ma al 60′ una bella punizione a giro di Sensi, fra i più attivi dei nerazzurri, colpisce in pieno la traversa. Proteste vibranti del Cagliari al 67′: su cross di Ionita, Brozovic devia col braccio da distanza ravvicinata e per l’arbitro non è rigore. Dall’altra parte Sensi scherza Pisacane con una ruleta e finisce giù. Maresca non ha dubbi e assegna un penalty per gli ospiti. Sul dischetto va Lukaku che spiazza Olsen e firma il sorpasso al 72′ angolando sulla destra. Fra i nerazzurri entra in campo l’ex Barella per Vecino, nel finale Maran rischia tutto alla ricerca del pari inserendo Castro per Pisacane. L’inerzia della partita non cambia, fra i nerazzurri entra anche Godin per Candreva e Lukaku, su assist di Politano dalla destra, spreca clamorosamente da due passi calciando sul fondo. L’Inter espugna la Sardegna Arena e si mantiene in vetta alla classifica con Juventus e Torino, i rossoblù restano invece in fondo alla classifica assieme a Fiorentina, SPAL, Lecce e Sampdoria ancora a quota 0 punti.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter