L’Inter non cede 0-0 con l’Eintracht Francoforte

A Francoforte l’Inter port a casa un pari prezioso nell’andata degli ottavi di Europa League. Il rimpianto è legato a un rigore fallito nel primo tempo dal croato. Asamoah e Martinez, diffidati e ammoniti, salteranno il ritorno

FORMAZIONI:

Eintracht Francorte (3-4-1-2): Trapp; Hasebe, Hinteregger, N’Dicka; Da Costa, Rode, Fernandes, Kostic; Gacinovic; Haller, Jovic. All. Hutter.

Inter (4-2-1-3): handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Asamoah; Vecino, Brozovic; Valero; Politano, Martinez, Perisic. All. Spalletti.

CRONACA:

Alla Commerzbank-Arena, i ragazzi di Luciano Spalletti sono entrati in campo con il giusto piglio, rispondendo colpo per colpo ad una squadra che, in un clima incandescente, ha fatto di tutto per provare a comandare il gioco fin dalle prime battute. L’Eintracht nel primo tempo è stato sì capace di avvicinarsi in alcune occasioni dalle parti di Handanovic, le chance migliori sono state però di marca nerazzurra. La più clamorosa al 22’ quando il direttore di gara Callum assegna un calcio di rigore per un fallo di Fernandes su Lautaro in area: sul dischetto si presenta Brozovic che si fa ipnotizzare da Trapp. La frazione resta equilibrata fino al duplice fischio e lascia in eredità all’Inter soprattutto il fardello delle ammonizioni di Asamoah e Lautaro Martinez che, diffidati, salteranno il match di ritorno.

Nella ripresa sono i padroni di casa a partire forte e a costringere inizialmente l’Inter alle corde. L’Eintracht sembra averne di più e, non solo alza il suo baricentro guadagnando metri sul campo, ma riesce a penetrare con più facilità nelle maglie della difesa nerazzurra anche con i suoi centrocampisti e con i difensori, difettando però in precisione al momento di concludere a rete. Per i meneghini le cose si complicano ulteriormente al 58’ quando Perisic è costretto ad uscire per un problema muscolare, la squadra però non perde la giusta lucidità e alla fine riesce a difendere lo 0-0.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo