L’Inter fugge due volte, la Roma la riprende sempre: 2-2

Fuochi d’artificio nel posticipo domenicale, dove Roma ed Inter danno vita a una grande gara senza riuscire però a portare a casa i 3 punti: Cengiz Under e Aleksandar Kolarov rispondono a Balde Keita e Mauro Icardi. Gli uomini di Spalletti, espulso nel finale, mancano il sorpasso sul Napoli

FORMAZIONI:

Roma (4-2-3-1): Olsen; Santon, Manolas, Jesus, Kolarov; Cristante, N’Zonzi; Under, Zaniolo, Florenzi; Schick. All. Di Francesco.

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Asamoah; Valero, Brozovic; Keita, Mario, Perisic; Icardi. All. Spalletti.

CRONACA:

Il big match della 14esima giornata delle serie a vede in campo in Olimpico con un pubblico numeroso la Roma è l’Inter. La squadra di casa è costretta date le assenze ad affidarsi alla sua linea verde, quindi mister Di Francesco sceglie Olsen tra i pali, Santon Manolas Juan Jesus e Kolarov in difesa, Cristian te Nzonzi in mediana e poi Under Zaniolo e Florenzi dietro Schick. Spalletti accolto da tanti fischi deve rinunciare all’ex Nainggolan e schiera Handanovic, D’Ambrosio Skriniar De Vrji Asamoha, Brozovic Joao Mario Borja Valero è Keita Icardi Persiceto. La gara parte con la Roma un po’ impaurita data la delicatezza della gara e la necessità di punti dei giallorossi, mentre l’Inter cerca con il possesso palla di avvolgere i padroni di casa e costringerli a difendere. Gli undici di Di Francesco però dimostra di voler affrontare la cattiveria con la giusta cattiveria e allora gioca aggressiva, pressando l’Inter nella sua metà campo. Il risultato è che ne esce una bella partita giocata bene tatticamente da entrambe le squadre e anche tecnicamente perché di intravedono giocate di buon livello, per non parlare delle occasioni create da entrambe le squadre in particolare i giallorossi che nel primo tempo risultano più pericolosi dei nerazzurri. La Roma va vicinissima al gol con una bella azione e con Florenzi coglie un palo su un grande assist di Schick. Dopo il palo della Roma al 36′ il primo episodio che segna la gara perché Zaniolo viene atterrato in area da D’Ambrosio Rocchi lascia correre perché coperto ma Fabbri al car inspiegabilmente decide di non avvisare il direttore di gara di un fallo netto in area nerazzurra, un minuto dopo non viene visto e fischiato un presunto fallo di brozovic su Zaniolo e da li nasce il primo gol di Keita, quindi da un possibile vantaggio per la Roma c’è il vantaggio dell’Inter. La Roma subisce il gol ma questa volta non si disunisce e continua a giocare e a pressare. Primo tempo però finisce con l’Inter in vantaggio sulla Roma. Ripresa che parte con la Roma a testa bassa per raggiungere il pari e Inter che cerca di colpire con ripartenze veloci una Roma costretta a sbilanciarsi. Al 51′ ecco che Under colpisce con uno dei suoi colpi, il tiro dalla distanza, ed infatti passaggio di Cristante e il giovane turco scaglia da 25 metri un tiro forte e preciso e handanovic è battuto. La Roma però se non commette errori non è contenta e allora su un corner che sembrava poco pericoloso, viene lasciato da solo Icardi e quindi se non tieni la marcatura su uno dei bomber più forti in circolazione il risultato è che l’Inter passa di nuovo in vantaggio e così al 66′ l’Inter porta a 2 i suoi gol. La Roma anche stavolta reagisce è gioca a calcio come vuole il suo tecnico e 10 minuti dopo su un cross da calcio d’angolo ecco che brozovic colpisce con il braccio e questa volta il var consiglia a rocchi di vedere l’azione e assegnare il penalty,cosi è e Kolarov non sbaglia, risultato sul 2-2 e squadre di nuovo in parità. La gara scivola via con ancora qualche occasione da entrambe le parti ma termina in parità. Bella partita e punto più utile all’Inter che alla Roma. Migliori in campo Zaniolo per i giallorossi e Icardi per l’Inter.