L’Inter espugna Vienna: 1-0 al Rapid

Già decisivo a Parma, Lautaro Martinez sostituisce nel migliore dei modi il connazionale Icardi: suo il gol dal dischetto che consente all’Inter di riacquisire serenità dopo le vicende delle ultime ore. Al ritorno, in programma tra una settimana, basterà un pari per approdare agli ottavi di Europa League

FORMAZIONI:

Rapid Vienna (4-2-3-1): Strebinger; Potzmann, Sonnleitner, Hofmann, Bolingoli-Mbombo; Grahovac, Ljubicic; Thurnwald; Schwab, Ivan; Berisha. All. Kuhbauer.

Inter (4-2-3-1): Handanovic; Soares, De Vrij, Miranda, Asamoah; Vecino, Valero; Politano, Nainggolan, Perisic; Martinez. All. Spalletti.

CRONACA:

Non è la migliore versione dell’Inter sul piano del gioco e della qualità: Spalletti la chiede a Politano, Perisic e Nainggolan, ma le risposte non sono brillantissime. Tanto che il Rapid riesce anche a gestire il possesso per alcuni tratti di gara, senza mai creare veri problemi al nuovo capitano Samir Handanovic. La differenza si vede ed emerge, anche se soltanto a sprazzi. Serve comunque un’intuizione del ‘Toro’ per sbloccare dal dischetto a fine primo tempo: lui procura, lui realizza.

Il Rapid sale di colpi nel secondo tempo e al giro di boa della ripresa chiama in causa Handanovic, ma soltanto una volta. Anche se i nerazzurri soffrono, il portiere sloveno non deve mai disturbarsi, se non per una smanacciata su Knasmüller. Finisce 1-0, il quinto sulle ultime 6 vittorie dell’Inter. Tanto basta per affrontare con serenità il ritorno e dimenticare, almeno per qualche ora, il caos Icardi.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter