L’Inter espugna Roma 1-3

Vittoria pesante dell’Inter a Roma. Vantaggio di Edin Dzeko, poi nella ripresa una doppietta di Mauro Icardi e il gol di Matias Vecino piegano la Roma. Ma prima della prima rete interista hanno colpito il palo Kolarov, Nainggolan e Perotti. E Irrati non ha concesso un rigore alla Romaper un possibile fallo un area di Skriniar su Perotti.

FORMAZIONI:

Roma (4-3-3): Alisson; Jesus, Fazio, Manolas, Kolarov; Nainggolan, De Rossi, Strootman; Defrel, Dzeko, Perotti. All. Di Francesco.

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Skriniar, Miranda, Nagatomo; Vecino, Gagliardini; Candreva, Valero, Perisic; Icardi. All. Spalletti.

CRONACA:

La gara parte con le formazioni immaginate alla vigilia con Juan Jesus terzino destro per la Roma e Borja Valero alle spalle di Icardi e Gagliardini al fianco di Vecino per l’Inter. I nerazzurri partono bene ma la Roma dimostra di poter contare sulla solidità difensiva mostrata a Bergamo ma proprio mentre sembra che i ragazzi di Spalletti possano creare delle difficoltà agli undici di Di Francesco ecco che la Roma mostra di poter e saper far male anche in attacco e con Kolarov colpisce un palo da fuori area. L’inter si spaventa e poco dopo, al 15′, arriva il vantaggio giallorosso con Dzeko che con uno stop e tiro al volo batte Handanovic concretizzando al meglio un bel assist di Nainggolan. I nerazzurri accusano il colpo e la Roma prende fiducia alzando il baricentro del gioco, costringendo l’Inter a non sviluppare al meglio il gioco del tecnico toscano. I ragazzi di Di Francesco macinano, corrono, coprono bene il campo e provano ad essere pericolosi e al 40′, dopo alcuni tentativi alla ricerca del raddoppio, è il centrocampista belga che da fuori area calcia molto bene in porta e ad Handanovic battuto la palla si infrange sul palo, lasciando le reti ad una e incrementando invece il numero dei pali a due dopo quello del terzino serbo. Il primo tempo termina con la Roma che sente di avere in mano la partita ed in vantaggio per 1-0. Ripresa che inizia subito con un cambio per l’Inter che sostituisce Gagliardini con Joao Pedro e il cambio, con l’arretramento di Borja Valero al fianco di Vecino, porta gli effetti che il tecnico toscano cercava. Cresce la qualità di manovra dell’inter anche se la Roma mantiene un buon controllo del match e con Perotti sfiora il gol del raddoppio ma la splendida conclusione dell’esterno giallorosso colpisce il terzo palo della giornata, giornata molto sfortunata per i ragazzi di Di Francesco e mentre la Roma pensa alla sfortuna dei tre pali ecco che al 67′ Icardi sfrutta un passaggio di Candreva e batte Alisson e fa 1-1. La Roma inizia a calare, forse il gol preso in un momento in cui era molto vicina al raddoppio pesa, e l’Inter ne approfitta e sempre con Icardi al 77′ passa in vantaggio e portando il risultato sul 2-1 per i neroazzurri. La Roma non molla e cerca di reagire e con Nainggolan sbaglia un’occasione nitida per il pari, infatti la doppia conclusione prima impatta un avversario e la successiva finisce alta. A questo punto è l’Inter a giocare di ripartenze cercando di sfruttare il forcing giallorosso alla caccia del pari e all’87 è Vecino che su assist di Peresic chiude il match portando il risultato sul 3-1 per gli ospiti. Oltre alle occasioni sbagliate la Roma reclama, nel secondo tempo, un calcio di rigore che sembra esserci ma sia Irrati che il VAR hanno giudicato diversamente, sbagliando in quanto il fallo di Skriniar su Perotti sembra netto.

L’Inter mette a segno una vittoria molto importante e resta appaiata alla juve potendo così gestire e sfruttare la pausa nel migliore dei modi. La Roma dal canto suo deve fare autocritica perché in attesa anche del via della champions con un girone di ferro come quello dei capitolini saper gestire meglio la partite ed evitare errori gratuiti sarà fondamentale per cercare l’impresa del passaggio del turno. In tutti i modi Di Francesco e i suoi ragazzi si dovranno leccare le ferite ma dovranno essere anche soddisfatti per quei 70 minuti dove la Roma meritava molto di più, sotto il punto di vista del risultato, di quanto ha raccolto.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter