L’Inter domina il derby: 3-0 al Milan

Il derby della Madonnina va alla formazione di Conte, cala il tris grazie ad una doppietta di Lautaro Martinez e al sigillo definitivo di Lukaku. Nel mezzo, é Handanovic a tenere chiusa la porta con una serie di interventi provvidenziali. In classifica, i nerazzurri volano a +4 sui rivali

FORMAZIONI:

Milan (4-2-3-1): Donnarumma; Calabria, Kjaer, Romagnoli, Hernandez; Tonali, Kessié; Saelemaekers, Calhanoglu, Rebic; Ibrahimovic. All. Pioli.

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Eriksen, Perisic; Lukaku, Martinez. All. Conte.

CRONACA:

L’approccio alla partita delle due squadre è diametralmente opposto: rossoneri travolti dall’aggressività dei nerazzurri, che al 5’ sono già avanti: Lukaku sfonda sulla sinistra e crossa trovando l’opposizione di Kjaer ma sul secondo tentativo il belga pesca sul secondo palo Lautaro, abilissimo ad occupare la posizione tra Calabria e Kjaer e ad infilare di testa Donnarumma. Il Milan balla in difesa ad ogni affondo degli uomini di Conte e per mezzora è in balia degli avversari. Per vedere il primo squillo dei rossoneri bisogna attendere il 33’, con il destro velenoso di Hernandez che si spegne di un soffio a lato. Allo scadere del primo tempo grande occasione per il raddoppio interista, con il colpo di testa di Skriniar che termina di poco sopra la traversa.

Dagli spogliatoi rientra un Milan decisamente più tonico e Handanovic è chiamato agli straordinari per difendere il vantaggio: tre parate eccezionali del capitano nerazzurro, che sfoggia riflessi da campione opponendosi prima a Ibrahimovic e poi a Tonali. Ma proprio nel momento migliore del Diavolo l’Inter trova il raddoppio: azione che nasce dal basso, si sviluppa sulla destra con Hakimi e si concretizza sul versante opposto, con l’assist di Perisic per il tocco sotto misura di Lautaro. E’ blackout per i rossoneri, che al 66’ incassano anche il 3-0: Lukaku si mette in proprio con un assolo di pura potenza che si conclude con un sinistro forte e preciso che non lascia scampo a Donnarumma. I minuti finali scivolano via senza grandi emozioni fino al triplice fischio che sancisce il trionfo dell’Inter, che vola a +4 sui cugini, al secondo ko consecutivo dopo quello con lo Spezia.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter