L’Inghilterra gioisce: 2-1 alla Tunisia

epa06819842 Harry Kane of England celebrates after scoring the winning goal during the FIFA World Cup 2018 group G preliminary round soccer match between Tunisia and England in Volgograd, Russia, 18 June 2018. (RESTRICTIONS APPLY: Editorial Use Only, not used in association with any commercial entity - Images must not be used in any form of alert service or push service of any kind including via mobile alert services, downloads to mobile devices or MMS messaging - Images must appear as still images and must not emulate match action video footage - No alteration is made to, and no text or image is superimposed over, any published image which: (a) intentionally obscures or removes a sponsor identification image; or (b) adds or overlays the commercial identification of any third party which is not officially associated with the FIFA World Cup) EPA/FRANCIS R. MALASIG EDITORIAL USE ONLY

Harry Kane apre le marcature all’11’ per poi sbloccare il match al primo minuto di recupero dopo il pari di Ferjani Sassi a fine primo tempo. L’Inghilterra risponde così al successo del Belgio.

FORMAZIONI:

Tunisia (4-3-3): Hassen; Meriah, Ben Yousseff, Bronn, Maaloul; Skhiri, Badri, Sassi; Ben Youssef, Khazri, Sliti. All. Maaloul.

Inghilterra (3-5-2): Pickford; Walker, Stones, Maguire; Trippier, Alli, Henderson, Lingard, Young; Sterling, Kane. All. Southgate.

CRONACA:

La nazionale di Southgate domina la prima mezz’ora del match, andando in goal con Kane dopo 11 minuti e sfiorando il raddoppio con Henderson e Lingard, che non si intende con Trippier e calcia a lato da ottima posizione. La Tunisia, che deve fare a meno dopo pochi minuti del portiere Hassem per un infortunio alla spalla, non si fa vedere quasi mai della parti di Pickford, ma trova il pari sul calcio di rigore concesso dall’arbitro per una leggerezza di Walker e realizzato da Sassi. Il pareggio tunisino però non cambia gli equilibri in campo, con l’Inghilterra che prima di andare negli spogliatoi sbaglia tre clamorose occasioni per il nuovo vantaggio, due volte con Lingard ed una con Stones.

La ripresa vede gli inglesi essere meno capaci di pressare i tunisini sin dalla loro area di rigore e meno ficcanti nelle loro folate offensive. Per questo motivo l’unica parata del neo entrato Mustapha è quella sul debole colpo di testa di Maguire. Southgate tenta le carte Rashford e Loftus-Cheek, ma a rimettere le cose a posto ci pensa a tempo scaduto sempre Harry Kane, che si fa trovare nuovamente pronto all’interno dell’area di rigore.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter