L’Inghilterra batte la Svezia 2-0 e ed é in semifinale

Il sogno continua per l’Inghilterra: Svezia battuta con un gol per tempo. In rete il difensore Harry Maguire e il centrocampista Dele Alli. Grande prova del portiere Pickford.

FORMAZIONI:

Svezia (4-4-2): Olsen; Krafth, Lindelof, Granqvist, Augustinsson; Claesson, Larsson, Ekdal, Forsber; Berg, Toivonen. All. Andersson.

Inghilterra (3-5-2): Pickford; Walker, Stones, Maguire; Trippier, Alli, Henderson, Lingard, Young; Sterling, Kane. All. Southgate.

CRONACA:

Così come accaduto nelle sue precedenti apparizioni, la squadra scandinava chiude ogni spazio e tenta di sfruttare le ripartenze. Sterling e compagni, dal canto loro, cercano varchi su entrambe le fasce e prediligono il gioco palla a terra, vista la stazza dei centrali svedesi. Nonostante ciò il meritato vantaggio dei Tre Leoni arriva su calcio d’angolo con Maguire, il cui imperioso stacco di testa non lascia scampo ad Olsen. Il raddoppio lo sfiora Sterling, il cui meraviglioso stop al volo non viene seguito da un’altrettanto efficace e veloce conclusione, deviata da Olsen in uscita. Pickford non corre alcun rischio, se non in occasione di un tiro dalla distanza di Claesson.

La ripresa vede invece protagonista l’ex Everton con due parate decisive: una sull’1-0 su colpo di testa di Berg e la seconda sul 2-0 sul destro rasoterra di Claesson. Sono gli unici due sussulti della squadra gialloverde, che per il resto nonostante lo svantaggio non si scopre più di tanto ma soffre la pressione avversaria, che sfocia nel raddoppio firmato da Dele Alli. Sotto di due goal, il Ct Andersson tenta il tutto per tutti con gli ingressi in campo di Olsson e Guidetti, ma il più pericoloso continua ad essere sempre Berg, la cui mezza rovesciata viene deviata in angolo da Pickford. E’ l’ultima vera chance per la Svezia, che negli ultimi 20 minuti si espone ai contropiedi dell’Inghilterra. I ragazzi di Southgate non trovano il terzo goal solo per mancanza di precisione negli ultimi 16 metri.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter