Lewis Hamilton vince anche a Sochi

29.09.2018 - Qualifying, Lewis Hamilton (GBR) Mercedes AMG F1 W09

A Sochi ennemiso trionfo della Mercedes, con una macchina ormai superiore alla Ferrari. Ma, come a Monza ed in altre occasioni, il team sacrifica Bottas per far vincere la gara a Lewis Hamilton. Altro gioco di squadra perfetto, ma brutto da vedere, della Mercedes, con Hamilton che ora ha un vantaggio di 50 punti nella generale su Vettel, oggi terzo.

Qualche goccia di pioggia ma nessun rischio di gara bagnata. Tutto è pronto per la partenza, questa la situazione gomme al via: i primi quattro montano la ultrasoft usata, nuova invece per Sirotkin, Stroll, Vandoorne e Alonso. Con la hypersoft usata ci sono i piloti dalla quinta alla decima piazza. Hartley ha la hypersoft nuova, mentre tutti gli altri la soft nuova. Si spengono i semafori e Bottas scatta dalla pole mantenendo la posizione. Hamilton gli si mette in scia, difendendosi al contempo da Vettel, che gli è subito addosso. In curva 2 Hamilton attacca subito il compagno di box ma è costretto a rimanere alle sue spalle. Ma la partenza da brivido è nelle retrovie, per Max Verstappen, che alla fine del primo giro è già risalito dalla penultima alla 12esima posizione. Mostruoso! Al primo giro hanno un problema – probabilmente alla power unit – entrambe le Toro Rosso, e Gasly e Hartley si ritireranno a pochi giri dal via. Al giro 2 Bottas è in testa davanti a Hamilton, Vettel, Raikkonen, Leclerc che ha passato Magnussen e Ocon, quindi Perez, Grosjean ed Ericsson. In soli sei giri Verstappen è quinto! Primo pit stop per Alonso, che passa alla mescola gialla. Dopo i primi dieci giri Bottas è davanti a Hamilton, Vettel, Raikkonen, Verstappen, Leclerc, Magnussen, Ocon, Perez e Ricciardo.

Bottas anticipa il pit stop al giro 12, e rientra quinto dietro a Verstappen. La Ferrari risponde con l’undercut di Vettel, al giro successivo. Quindi rientra anche Hamilton, una tornata dopo. Il britannico toglie il limitatore in pit lane mentre sta arrivando Vettel, con Bottas davanti a lui, che ha pure rallentato un po’… I due sono ruota a ruota ma in curva 2 è il tedesco ad avere la meglio e sfilare davanti alla Mercedes di Hamilton. Al giro 16 Hamilton ci prova in curva 3, ma Vettel lo tiene dietro – con un leggero cambio di traiettoria che verrà poi messo sotto investigazione dai commissari -; in curva 4 Hamilton è di nuovo aggressivo e riesce a mettere a segno il sorpasso. Raikkonen deve ancora fermarsi ed è leader della corsa davanti a Verstappen, Bottas, Hamilton, Vettel, Ricciardo, Hulkenberg, Leclerc, Sainz, Magnussen. Kimi rientra ai box per montare a sua volta le soft, come tutto il resto della griglia, al giro 19.

Al giro 25 il “colpo di scena”, con Bottas che fa passare Hamilton in modo plateale. Al finlandese viene detto che Hamilton soffriva un po’ di blistering… A venti giri dalla fine, Verstappen è sempre il leader davanti a Hamilton, staccato di 2.5s, quindi Bottas, con Vettel a 1.4s dal finlandese. Poi Kimi, Ricciardo, Hulkenberg, Leclerc, Magnussen e Perez.

Al giro 40 si ferma Ricciardo, monta le ultrasoft e torna in pista dove se n’era andato, sesto davanti a Leclerc. Tre tornate successive il leader Verstappen si ferma e monta a sua volta le ultrasoft. A dieci giri dalla fine Hamilton è leader davanti a Bottas, Vettel, a 1.7s dal finlandese, Kimi, Verstappen, Ricciardo, Leclerc, Magnussen, Ocon e Perez. A tre giri dalla fine Bottas chiede se la gara finirà in questo modo, il che tradotto significa se gli sarà permesso di vincerla o meno. Risposta negativa dal muretto Mercedes…

Hamilton vince il GP di Russia davanti a Bottas e Vettel.

ORDINE D’ARRIVO:
1. Lewis Hamilton Mercedes 1:27:32.05
2. Valtteri Bottas Mercedes +2.54
3. Sebastian Vettel Ferrari +7.48
4. Kimi Raikkonen Ferrari +16.54
5. Max Verstappen Red Bull +31.01
6. Daniel Ricciardo Red Bull +1:20.45
7. Charles Leclerc Sauber +1:38.39
8. Kevin Magnussen Haas +1g.
9. Esteban Ocon RPM +1g.
10. Sergio Perez RPM +1g.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter