Lewis Hamilton soffre ma vince ancora

25.05.2019 - Free Practice 3, Lewis Hamilton (GBR) Mercedes AMG F1 W10

Lewis Hamilton si dimostra il migliore di tutti anche a Montecarlo, precedendo Verstappen e Vettel: ma il podio premia il tedesco della Ferrari, secondo, e Bottas, causa penalizzazione di 5” per l’olandese della Red Bull causa contatto ai box con il finlandese della Mercedes

Cielo nuvoloso in quel di Monaco con 22 gradi nell’aria e 35 nell’asfalto. Pronti e via! Spunto perfetto di Lewis Hamilton che mantiene la prima posizione, Verstappen prova ad inserirsi su Bottas ma l’olandese alza il piede. Contatto nelle retrovie tra l’Alfa Romeo di Raikkonen e una Racing Point. Posizioni immutate con: Hamilton, Bottas, Verstappen, Vettel e Ricciardo che guadagna la quinta piazza. Leclerc è 14esimo.

Il monegasco è determinato a guadagnare più posizioni possibili ed ha la meglio su Norris per la tredicesima posizione. Intanto Hamilton ha già fatto due giri veloci, il migliore è 1.16.72.
Bottas replica al quinto giro con 1.16.33, mentre Leclerc si fa minaccioso su Grosjean. Il sorpasso arriva all’ottavo giro ma in quello successivo purtroppo arriva il contatto con Hulkenberg. Foratura e fondo danneggiato per la SF90.

Necessaria la safety car. Leclerc rientra per il pit-stop ma a quanto pare, il fondo della SF90 è danneggiato. Contatto sfiorato tra Bottas e Verstappen in pit-lane! Bottas fa un ulteriore pit-stop e mette gomma bianca come Vettel. Probabile foratura per un detrito sulla pista.
Riprende normalmente la gara e al sedicesimo giro c’è un contatto tra Kubica e Giovinazzi alla Rascasse. Nel frattempo la FIA comunica che l’episodio tra Bottas e Verstappen è sotto investigazione.

Charles Leclerc è costretto al ritiro al diciottesimo giro, peccato perché il monegasco ci stava regalando un bello spettacolo. Anche l’incidente tra Kubica e Giovinazzi è sotto investigazione.
Intanto la FIA comunica la penalità di 5 secondi a Verstappen per “unsafe release” e 10 secondi a Giovinazzi.
Al 33esimo giro Sainz realizza il giro più veloce con 1.15.98.
Hamilton lamenta il fatto che il team non ha scelto per lui la gomma dura. Graining evidente sulle anteriori di Hamilton e Verstappen. Piccolo contatto tra Kimi Raikkonen e Lance Stroll, con un team radio che potete ben immaginare…

Nel 43esimo giro, altro team radio dove Hamilton lamenta la condizione delle gomme. Verstappen è sempre più vicino al cinque volte campione del mondo.
Giro veloce per la Toro Rosso di Albon con 1.15.60 con gomma media nuova.
A Lance Stroll viene data una penalità di 5 secondi. Hamilton arrabbiato nel team radio al giro 56: “Perderemo questa gara, non riesco più a gestirle. Non riesco a tenere la macchina dietro, non vedete?”.

Nulla da segnalare nei giri successivi, a parte i numerosi team radio di Hamilton dove si lamenta con la squadra per via del deterioramento delle gomme.
Gasly fa il pit stop al giro 63, probabilmente ora Red Bull punta al giro veloce. Giro veloce di Bottas senza fare pit stop con 1.15.163 al giro 66. Nel giro successivo, arriva la risposta di Gasly con 1.14.56.
Arriviamo a 10 giri al termine con Verstappen sempre minaccioso su Hamilton costretto a lottare con le gomme deteriorate. L’olandese può giocarsi la vittoria e il podio in questi ultimi giri.

Al 71esimo giro, errore di Max Verstappen che va lungo alle Piscine. Vettel rimane lontano, probabilmente aspetta qualche colpo di scena tra i primi due. Nel giro successivo, Gasly fa il suo giro veloce in 1.14.27.
Brivido al 76esimo giro! Con Verstappen che tenta il sorpasso su Hamilton, contatto tra i due ma nessun danno per Lewis Hamilton che arriva sul traguardo e ottiene la vittoria!

ORDINE D’ARRIVO:
1. Lewis Hamilton Mercedes 1:43:28.43
2. Sebastian Vettel Ferrari +2.60
3. Valtteri Bottas Mercedes +3.16
4. Max Verstappen Red Bull +5.53
5. Pierre Gasly Red Bull +9.94
6. Carlos Sainz McLaren +53.45
7. Daniil Kvyat Toro Rosso +54.57
8. Alexander Albon Toro Rosso +55.20
9. Daniel Ricciardo Renault Sport +1:00.89
10. Romain Grosjean Haas +1:01.03

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo