Per l’Europa League c’é anche la Fiorentina: 3-2 alla Lazio

Lazio a gonfie vele con Balde Keita a inizio ripresa, poi Sousa fa un triplo cambio e la Fiorentina dilaga con Khouma Babacar, Nikola Kalinic e un’autorete di Lombardi. Verso il 90′, non basta un gran gol di Alessandro Murgia alla Lazio che perde Lukaku e Parolo per la finale di Coppa Italia: la Fiorentina vince e insidia il sesto posto del Milan.

FORMAZIONI:

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu; Tomovic, De Maio, Astori; Chiesa, Vecino, Valero, Olivera, Bernardeschi, Cristoforo; Babacar. All. Sousa.

Lazio (3-4-2-1): Strakosha; Bastos, Hoedt, Radu; Gabarron, Parolo, Murgia, Lukaku; Luis Alberto, Keita; Djorjevic. All. Inzaghi.

CRONACA:

Nonostante le tante assenze sono gli ospiti a partire meglio sfruttando la velocità del solito Keita e di Luis Alberto che insidiano la difesa gigliata. Al 20’ lo spagnolo colpisce la traversa su calcio piazzato mentre nei padroni di casa si fa notare Babacar con un destro deviato da Strakosha. Bernardeschi e Chiesa, gioielli viola, faticano ad entrare in partita e dalle tribune piovono fischi sulla squadra di Sousa e sulla proprietà. Intanto Luis Alberto continua a deliziare i suoi tifosi tra serpentine e conclusioni.

Si va al riposo sullo zero a zero con gli ospiti che avrebbero meritato qualcosa in più nonostante il turnover. Ad inizio ripresa Keita avrebbe un’occasione d’oro a tu per tu con Tatarusanu ma conclude debolmente. Poco dopo però il numero 14 della Lazio non perdona, brucia sul tempo Astori e porta in vantaggio gli ospiti con un bel diagonale. I viola cercano di reagire con il solito Babacar che approfitta di una disattenzione difensiva della Lazio, Strakosha però devia in angolo. Sousa manda in campo Tello e Kalinic per cercare il pari e Baba lo accontenta al 66’ con un bel colpo di testa che trafigge Strakosha. Le sostituzioni del tecnico viola sono azzeccate mentre la Lazio sembra già concentrata sulla finale di Coppa Italia. A completare la rimonta ci pensa Kalinic che al 74’ approfitta di una ribattuta corta del portiere e segna il 2-1. La Lazio accusa il colpo ed i viola segnano anche il terzo goal, stavolta il tiro di Kalinic al 76’ sbatte sul palo e poi sui piedi di Lombardi che segna il più classico degli autogoal. All’83’ però gli ospiti riaprono la gara grazie ad un inserimento di Murgia che di testa batte Tatarusanu. Nel finale si aprono molti spazi su entrambi i fronti ma il risultato non cambia. 3-2 per i viola che adesso attendono il risultato di Bergamo.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo