Lazio, il sogno Champions è ancora vivo: Sampdoria battuta 2-1

Primo tempo spettacolare della Lazio che segna due reti nei primi 19 minuti grazie a una doppietta di Felipe Caicedo. La Sampdoria rimane in dieci al 45′ per l’espulsione di Ramirez, ma nel secondo tempo riaprono la partita con il 150esimo centro in Serie A di Fabio Quagliarella. Tra le emozioni di una partita palpitante anche i legni di Romulo, Murru e Immobile

FORMAZIONI:

Sampdoria (4-3-1-2): Audero; Sala, Ferrari, Colley, Murru; Praet, Ekdal, Linetty; Ramirez; Defrel, Quagliarella. All. Giampaolo.

Lazio (3-5-1-1): Strakosha; Wallace, Acerbi, Bastos; Romulo, Parolo, Leiva, Cataldi, Lulic; Correa; Caicedo. All. Inzaghi.

CRONACA:

Inizio con il botto della Lazio. Anche senza Immobile, la squadra di Simone Inzaghi aggredisce fin da subito una Sampdoria sbadata e trova il vantaggio al 3′ con Caicedo, bravo e caparbio a sfruttare un errore di Colley. Gli uomini di Giampaolo sono la brutta copia di quelli ammirati fino a qualche settimana fa: Caicedo trova il raddoppio con un colpo di testa imperioso e, sul finale del primo tempo, i padroni di casa restano anche in dieci per la doppia ammonizione di Ramirez. L’unica occasione della Sampdoria è una punizione ben calciata dallo stesso Ramirez qualche minuto prima, ma neutralizzata da Strakosha.

La Lazio nel secondo tempo si culla sulla situazione di estremo vantaggio. Romulo fallisce il tris, colpendo un legno al 54′, e la Sampdoria si sveglia all’improvviso. Quagliarella trova un goal rocambolesco che accorcia le distanze; l’inerzia della partia passa tutta a favore dei doriani, che qualche minuto dopo sfiorano anche il pareggio con una botta di Murru che si infrange sul palo. Simone Inzaghi sveglia la sua squadra con gli ingressi di Immobile e Badelj, più quello di Marusic per l’infortunio di Romulo. I biancocelesti tornano a controllare la partita, ma la fortuna non è dalla parte di Immobile, che spacca la traversa con il pallone che rimbalza anche sulla linea bianca di porta. Nel finale non succede molto, con gli ospiti che riescono a portare a casa un risultato fondamentale per la corsa verso la Champions League. L’agguato a Milan, Atalanta e Roma è pronto.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter