Lazio é fantastica: 6-1 al Sassuolo

La Lazio gioca un primo tempo sottotono e va sotto, per un rigore di Domenio Berardi. Una perla di Luis Alberto su punizione regala il pareggio e nella ripresa la Lazio si scatena. Stefan De Vrij, un’altra rete di Luis Alberto, doppietta di Marco Parolo e zampata di rigore del solito Ciro Immobile. Il Sassuolo si sfalda dopo un buon primo tempo.

FORMAZIONI:

Lazio (3-5-2): Strakosha; Gabarron, De Vrij, Radu; Marusic, Parolo, Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic; Alberto, Immobile. All. Inzaghi.

Sassuolo (3-1-4-2): Consigli; Letschert, Cannavaro, Acerbi; Missiroli; Lirola, Sensi, Duncan, Adjapong; Berardi, Matri. All. Bucchi.

CRONACA:

Altra goleada per la Lazio, che ha nettamente la meglio sul Sassuolo vincendo per 6-1 al termine di una partita decisamente a due facce. Il primo tempo è piuttosto equilibrato, con la Lazio che fa pesare il suo buon tasso tecnico ma si trova spesso in difficoltà con le ripartenze del Sassuolo, che ha in Duncan un motorino di centrocampo in grado di capire rapidamente l’inerzia della partita. Dopo un tiro di Sensi in apertura, frutto di una piacevole azione corale, il Sassuolo si porta in vantaggio grazie al mestiere di Matri, che si procura un rigore benevolo andando a cercare il contatto con De Vrij, rigore trasformato da Berardi.

La Lazio prova a reagire ma si espone al rischio del contropiede da parte del Sassuolo, in particolare con un fiacco diagonale dalla sinistra di Berardi. Il pareggio di Luis Alberto con una punizione da urlo alla fine del primo tempo, è l’antipasto della demolizione che arriva nel corso della ripresa. Inizia De Vrij con un poderoso stacco da calcio d’angolo di Luis Alberto, prosegue lo stesso spagnolo slalomeggiando tra le macerie della difesa emiliana, chiudono Parolo e Immobile su rigore. Inzaghi si dedica agli esperimenti, dando un po’ di spazio a Nani, Luiz Felipe e al redivivo Mauricio quando ormai la partita non ha più alcun rischio. Vittoria di squadra della Lazio, ma per il Sassuolo le ragioni di un crollo così verticale nella ripresa vanno analizzate con molta cura.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter

Maglie Juve Home e Away Image Banner 300 x 250