Lazio bloccata a Verona: 1-1 con il Chievo

La Lazio pareggia al Bentegodi e rimane alle spalle del Milan. Chievo vivo e combattivo, in vantaggio con Sergio Pellissier e rimontati nella ripresa da Ciro Immobile

FORMAZIONI:

Chievo (4-3-1-2): Sorrentino; Depaoli, Bani, Rossettini, Barba; Hetemaj, Radovanovic, Obi; Birsa; Meggiorini, Pellissier. All. Di Carlo.

Lazio (3-5-2): Strakosha; Wallace, Acerbi, Radu; Marusic, Parolo, Badelj, Milinkovic-Savic, Lulic; Immobile, Correa. All. Inzaghi.

CRONACA:

Il Chievo parte subito col giusto piglio, pressando gli avversari e ripartendo a gran velocità. E dopo il vantaggio sfiorato da Pellissier dopo pochi minuti di gara il bomber clivense non perdona al 25′ su un contropiede architettato da duo Obi-Meggiorni. La Lazio, fino a quel momento mai pericolosa in avanti ed incapace di servire Immobile in area di rigore, accusa il colpo e si getta in avanti alla ricerca del pareggio, che viene sfiorato da un positivo Correa con un colpo di testa di poco a lato.

Nella ripresa Inzaghi decide di dare maggiore peso all’attacco inserendo Caicedo per Radu. La presenza in area di rigore dell’ecuadoregno libera maggiore spazio a Correa, la cui intuizione permette ad Immobile di firmare il pareggio dopo averlo sfiorato qualche minuto prima non fosse stato per un grande intervento di Sorrentino. Il pari non basta ai capitolini, il cui forcing offensivo non si ferma e produce il clamoroso palo di Immobile col sinistro. I padroni di casa, in evidente affanno, si rialzano però nel finale grazie alla velocità di Klyne, le cui sgroppate sulla fascia producono l’ultima vera emozione del match, ossia il salvataggio sulla linea di Patric sulla sporca conclusione di Pellissier.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo