Lazio 2-1 thrilling sullo Spezia

Felipe Caicedo, entrato dalla panchina nel finale, regala alla Lazio una vittoria di siderale importanza in chiave Champions League. Non era bastato, in precedenza, un goal di Lazzari neutralizzato da una rovesciata in stile “Figu Panini” di Verde. Finale da far west: saltano i nervi e viene espulso anche Correa. Vittoria biancoceleste dedicata a Daniel Guerini

FORMAZIONI:

Lazio (3-5-2): Reina; Marusic, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic, Leiva, Pereira, Lulic; Correa, Immobile. All. Inzaghi.

Spezia (4-3-3): Zoet; Ferrar, Erlic, Chabot, Bastoni; Sena, Ricci, Maggiore; Gyasi, Piccoli, Farias. All. Italiano.

CRONACA:

Succede tutto nella ripresa all’Olimpico: biancocelesti in vantaggio con Lazzari, freddo davanti a Zoet dopo aver raccolto un assist di Correa; il pari spezzino è un’autentica magia in rovesciata di Verde, entrato in campo da soli tre minuti. La Lazio si butta a capofitto alla ricerca dell’episodio che arriva al minuto 88′: tocco col braccio in area di Marchizza e rigore trasformato da Caicedo, entrato al posto di un deludente Immobile. Lazzari e Correa espulsi nel recupero.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter