L’Atalanta vince 2-1 a Marassi, il Genoa si arrende al 95′

Match vibrante al Ferraris con i nerazzurri di Gasperini che passano in vantaggio al 64′ grazie a un penalty procurato da Duvan Zapata e trasformato da Muriel. La risposta dei rossoblù di Andreazzoli arriva al minuto 91: contatto in area tra Djimsiti e Kouamé, nuovo rigore e pareggio di Criscito. Al 95′ decide il match un bolide di Zapata sotto l’incrocio

FORMAZIONI:

Genoa (3-4-1-2): Radu; Romero, Zapata, Criscito; Ghiglione, Lerager, Schone, Barreca; Radovanovic; Kouamé, Pinamonti. All. Andreazzoli.

Atalanta (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Djimsiti, Masiello; Hateboer, Pasalic, Freuler, Gosens; Ilicic, Gomez; Zapata. All. Gasperini.

CRONACA:

Il pensiero della Champions non scalfisce il primo tempo dell’Atalanta: Gasperini dà fiato soltanto a De Roon tra gli insostituibili. Gli altri sono tutti titolari, e i risultati si vedono. Pasalic manca l’appuntamento con il pallone su un cross delizioso di Ilicic , poi ci prova Djimsiti in proiezione offensiva senza risultati. Il Genoa gioca, ma le grandi occasioni si esauriscono su un destro a botta sicura di Lerager , deviato e alto.

Tra i due portieri è Radu il più impegnato, chiamato nel primo tempo a bloccare su Pasalic e uno scatenato Duvan Zapata, protagonista a tutto campo. Gollini risponde in allungo su Kouamé a inizio ripresa, quando alcuni lampi del Genoa mettono in difficoltà l’Atalanta. Le percussioni bergamasche tornano però a farsi sentire intorno all’ora di gioco. Nel finale c’è spazio per Saponara e Pandev, ma ad andare più vicini al goal sono ancora i bergamaschi, con un goal annullato al vivacissimo Gosens . Un destro di Pinamonti da fuori, largo di poco, anticipa però il pareggio nel finale: Djimsiti si fa bruciare dall’inserimento di Kouamé e concede a Criscito il rigore, che il capitano realizza. Non è ancora finita: da fermo, al quinto di recupero, Zapata col destro scarica di potenza, un bacio alla traversa e palla in rete. 1-2 e delirio nerazzurro in Liguria.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter