L’Atalanta ribalta il Napoli: 1-2

Vittoria pesantissima dell’Atalanta che, colpita da Dries Mertens al 28′, si trasforma nella ripresa e porta a casa i 3 punti grazie ai gol di Duvan Zapata e Mario Pasalic: ora è quarta a pari punti con il Milan che ha comunque dalla sua gli scontri diretti. Il Napoli recrimina per una lunga serie di occasioni da rete fallite sull’1-0

FORMAZIONI:

Napoli (4-4-2): Ospina; Malcuit, Chiriches, Koulibaly, Hysaj; Callejon, Allan, Ruiz, Zielinski; Mertens, Milik. All. Ancelotti.

Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Mancini, Djimsiti, Masiello; Hateboer, De Roon, Freuler, Castagne; Gomez; Pasalic, Zapata. All. Gasperini.

CRONACA:

In un San Paolo reso molto scivoloso dalla pioggia a partire meglio è il Napoli, con Milik e Mertens che non riescono però a superare Gollini nonostante due grandi occasioni create già nei primi dieci minuti. I padroni di casa ci provano però con insistenza e al 28’ riescono a sbloccare la gara, grazie anche a un po’ di fortuna. Su un perfetto cross basso di Malcuit, Mancini finisce infatti per colpire Mertens nel tentativo di anticipare il belga, favorendo così involontariamente l’1-0 del Napoli. Partenopei che qualche minuto dopo hanno anche la grande chance di raddoppiare con Zielinski ma il polacco si lascia ipnotizzare da Gollini, bravo a chiudergli lo specchio in uscita. A far segnare l’azione più pericolosa dell’Atalanta è invece Gomez sul finale di primo tempo, con Ospina però attento a non farsi superare.

Nella ripresa smette di piovere ma il copione resta lo stesso del primo tempo, almeno in avvio. Ad avere una clamorosa occasione per regalare il 2-0 al Napoli dopo pochissimi minuti è infatti Milik. Lanciato in profondità da Mertens, il polacco sceglie di superare Gollini con un preciso pallonetto ma a salvare tutto è uno straordinario Masiello. Il difensore atalantino riesce infatti a evitare che il pallone superi interamente la linea di porta per una questione di millimetri. A cambiare volto alla gara è però l’ingresso in campo di Ilicic. Lo sloveno regala infatti maggiore spinta all’Atalanta, con i bergamaschi che nel giro di dieci minuti trovano prima il pareggio con Zapata e poi il clamoroso vantaggio con Pasalic. Un uno-due che mette in ginocchio il Napoli, rilanciando invece l’Atalanta al quarto posto. I bergamaschi raggiungono infatti il Milan a quota 56 punti, potendo così continuare a cavalcare il sogno Champions League.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter