L’Atalanta non si ferma mai: 2-0 al Napoli

La squadra di Gasperini vince ancora, piega con due reti nella ripresa il Napoli di Gattuso e continua la sua magica scalata. Grande partita di Gomez, quarto posto e nuova qualificazione alla Champions League ormai a un passo

FORMAZIONI:

Atalanta (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Caldara, Djimsiti, Castagne, De Roon, Freuler, Gosens; Gomez, Pasalic; Zapata. All. Gasperini.

Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Rui; Ruiz, Demme, Zielinski; Politano, Mertens, Insigne. All. Gattuso.

CRONACA:

Il caldo afoso condiziona inizialmente le due squadre, non ai livelli abituali in termini di ritmo e intensità. Il risultato è un brutto spettacolo, ‘ravvivato’ da un episodio negativo: Ospina riceve un colpo alla testa fortuito dal ginocchio di Mario Rui ed è costretto a lasciare il campo tra gli applausi di compagni e avversari. Gli azzurri premono in particolare sulle fasce, bergamaschi in netta difficoltà ad impostare la manovra d’attacco.

Gomez è l’uomo con la maggior classe, sprigionata all’alba del secondo tempo: pallone perfetto per Pasalic che può colpire indisturbato Meret per il goal del vantaggio. E’ un’Atalanta con un altro spirito, Napoli alle corde: uno-due micidiale con il raddoppio firmato dal solito Gosens con un diagonale sul secondo palo dopo un assist quasi involontario di Toloi. Gattuso inserisce Lozano che dà maggiore vivacità alla manovra offensiva, pur senza lasciare il segno. Milik si vede annullare la rete della speranza per posizione di fuorigioco, i padroni di casa controllano senza troppi patemi la situazione e rischiano anche di infilare il tris in contropiede.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter